dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 7 dicembre 2016

Dossier Assicurazioni

Rc auto, come "scappare" dai rincari al momento giusto

Nella nostra micro-guida vi spieghiamo quando è il momento migliore per pagare meno

Rc auto, come "scappare" dai rincari al momento giusto

Di recente, come ha riportato il Sole 24 Ore Radiocor Plus, Carlo Cimbri, amministratore delegato di un colosso assicurativo come il Gruppo Unipol, è stato chiaro: i premi Rc auto sono destinati ad aumentare in Italia. "Stiamo sul mercato e ci comportiamo secondo logiche di mercato: non facciamo beneficenza. Nel settore Rc auto dopo tre anni di riduzioni dei prezzi, con un calo di circa il 15%, dai dati che osserviamo si va verso una perdita tecnica", che spingerà le compagnie a intervenire. Qual è la soluzione per l'automobilista, se dovesse ricevere rincari, al rinnovo annuale della Rca? Prevenire.

Il tris per la prevenzione

#1. Velocità. Chiedete quanto prima alla vostra compagnia che intenzioni ha. In prossimità della scadenza Rca, dovrà comunque comunicarvi se vuole alzarvi la tariffa e di quanto. In caso di rincaro, qualunque sia la risposta dell'impresa, avete la possibilità di farvi fare preventivi dalle altre assicurazioni. Potete andare direttamente nelle agenzie, oppure scaricare il singolo prezzo dal sito della compagnia. O ancora: scaricare tutti (o gran parte) i prezzi dal "super preventivatore" Ivass, per poi andare in agenzia a contrattare sulla tariffa. Non ultimo, ci sono i preventivatori online di broker privati, che danno il vantaggio di avere già sconti in quella tariffa (pur non consentendo una panoramica completa del settore Rca). Dopodiché, se volete, col prezzo basso in mano, potete andare dal vostro assicuratore per cercare di spuntare ulteriori tagli alla Rca.

#2. Benvenuto! Sappiate che sempre più compagnie danno un bonus di benvenuto: uno sconto ai nuovi clienti. Però occhio: al primo incidente, sono possibili forti rialzi tariffari. E per ottenere un altro forte sconto, non vi resta che cambiare compagnia l'anno successivo, e l'anno dopo ancora. Una sorta di peregrinazione senza tempo, ogni anno, alla caccia della Rca più bassa. Magari un po' stressante come situazione, ma se si vuole risparmiare questa è la strada.

#3. Clausole. Con la personalizzazione della Rca (su misura per il cliente), esiste una miriade di clausole che consentono di pagare meno. Ma attenti: niente è regalato. Esiste sempre il rovescio della medaglia: un qualche comportamento che può alla fine farvi pagare di più. Un esempio pratico è dato dalla Rca con scatola nera, che cambia molto a seconda dell'impresa: c'è anche quella secondo cui si ha un ribasso se si guida in modo virtuoso, con prudenza; non così se ci si mette al volante rischiando sinistri. Idem per la Rca con franchigia: spendete meno; però in caso di sinistro sono dolori, perché l'importo della franchigia (250 euro oppure 500 euro) resta a vostro carico.

Tutto rapido

Con la smaterializzazione della Rca, non serve presentare nessun attestato di rischio cartaceo: la compagnia, cui date la targa dell'auto, sa tutto quella macchina. Le basta collegarsi a un database. In più, non c'è il rinnovo automatico con tacito consenso : siete voi che dovete esprimere il desiderio di restare in quella compagnia. Insomma, meno ostacoli alla "fuga" verso il risparmio.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni


Top