dalla Home

Attualità

pubblicato il 5 dicembre 2016

Il Gruppo Volkswagen si trasforma in provider di mobilità sostenibile

Presentata oggi MOIA, la nuova Azienda per i servizi di trasporto su misura

Il Gruppo Volkswagen si trasforma in provider di mobilità sostenibile

L’auto di proprietà è ormai superata. Nel prossimo futuro ci saranno sempre più auto condivise e servizi di mobilità alternativa offerti dalle case stesse. I costruttori si stanno muovendo in questa direzione con velocità diverse e il Gruppo Volkswagen, che ha accelerato nella strategia verde (Together - Strategy 2025), ha presentato oggi a Londra una nuova azienda che si occuperà di questo: la MOIA. “MOIA è una Società autonoma sotto l’egida del Gruppo Volkswagen; svilupperà e commercializzerà i propri servizi di mobilità sia in maniera indipendente, sia attraverso partnership con città e sistemi di trasporto esistenti. Parallelamente, i Marchi del Gruppo continueranno a portare avanti i propri servizi. Le nostre visioni sono orientate sul diventare uno dei top player globali per i servizi di mobilità nel medio termine. Per riuscirci, cercheremo di attrarre le migliori menti e start-up tecnologiche”, ha spiegato Ole Harms, CEO di MOIA.

Tra i primi obiettivi ci sarà quello di avviare i propri servizi di pooling on demand ovvero incentivare e promuovere il “pendolarismo connesso”, un servizio di mobilità che si gestisce tramite app e coinvolge anche il trasporto pubblico. Questa nuova azienda del Gruppo Volkswagen avrà sede a Berlino e inizierà a lavorare con un team di circa 50 persone, che poi verrà ampliato progressivamente fino alla fine del 2017. Il management di MOIA è composto da Ole Harms (CEO), Frank Dilger (CFO) e Robert Henrich (COO), che assumerà l’incarico dall’1 gennaio 2017. Una commissione consultiva presieduta da Thomas Sedran, Responsabile della Strategia del Gruppo Volkswagen, supporterà il direttivo.

Autore:

Tag: Attualità , car pooling , car sharing


Top