dalla Home

Mercato

pubblicato il 1 dicembre 2016

Mercato auto, a novembre la crescita frena un po'

La vera spinta arriva dalle vendite alle società che godono del Superammortamento

Mercato auto, a novembre la crescita frena un po'

Il mercato dell'auto in Italia continua a crescere, ma con un passo più lento. A dircelo sono i dati delle immatricolazioni a novembre 2016 che hanno raggiunto quota 145.835 e superato dell'8,2% quelle dello stesso mese del 2015. Da gennaio a novembre le vendite di auto nuove ha toccato in Italia la cifra di 1.699.944 unità e segnato un +16,5% rispetto allo scorso anno, lasciando prevedere un risultato sui dodici mesi vicino a 1.830.000 pezzi. A sostenere, anche se con ritmo ridotto, le vendite nel mese scorso sono stati soprattutto gli ordini delle società, commenta il presidente dell'Unrae, Massimo Nordio, "per usufruire delle agevolazioni fiscali del agevolazioni fiscali del Superammortamento" che cadranno nel 2017.

Le società sostengono il mercato

Gli acquisti dei privati sono cresciuti del 5,2%, mentre il canale del noleggio si accontenta di un modesto +2,4%. Le già citate vendite alle società sono invece salite del 20,3%. A livello di motorizzazioni continua il buon momento delle auto diesel (+12,5%) e delle ibride che segnano un incoraggiante +36,6%, mentre quelle a benzina si fermano al +7,9%. A soffrire a novembre sono soprattutto le auto a metano che scendono del 27,2% e quelle a GPL (-7,4%); le elettriche, sempre relegate ad una nicchia di 108 unità, crescono invece del 16,1%. Monovolume piccole e compatte restano le uniche carrozzerie in controtendenza che calano rispettivamente del 7,2% e del 14,2%.

FCA ancora in crescita

Il gruppo FCA guida come di consueto la classifica italiana delle immatricolazioni di novembre con un +10,78% sostenuto anche dal +35,65% di Alfa Romeo e dal +27,49% di Jeep. Al secondo posto c'è il gruppo Volkswagen in rialzo del 15,54% grazie soprattutto al +24,24% di Audi, mentre Renault segue in terza posizione con un più modesto +2,89%. Buoni risultati li fanno segnare anche Hyundai-Kia (+18,27%), Daimler (+11,63%), Toyota (+10,99%) e, su numeri decisamente inferiori, Honda (+55,82%). Gli unici gruppi in controtendenza e in momento calante sono Nissan (-6,93%) e Ford (-0,89%).

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top