dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 22 dicembre 2007

Toyota Auris SR180

Per la hatchback giapponese una cura ricostituente in salsa “British”

Toyota Auris SR180
Galleria fotografica - Toyota Auris SR180Galleria fotografica - Toyota Auris SR180
  • Toyota Auris SR180 - anteprima 1
  • Toyota Auris SR180 - anteprima 2
  • Toyota Auris SR180 - anteprima 3
  • Toyota Auris SR180 - anteprima 4
  • Toyota Auris SR180 - anteprima 5

L'Inghilterra, si sa, è patria di passione e di auto sportive concepite per un piacere di guida "puro": ciò significa che il comfort, l'ergonomia, l'abitabilità possono avere anche un'importanza secondaria, se questo significa troppo peso per un'automobile e, quindi, poco divertimento al volante. L'importante è sportività!

E' pressappoco questo il filone "culturale" che porta alla nascita di una versione particolarmente arrabbiata della Toyota Auris, la hatchback del segmento C che si confronta con Vw Golf, Audi A3, Opel Astra, Fiat Bravo, Volvo C30, Peugeot 308, Alfa 147... Denominata SR180 ha beneficiato di una cura ricostituente per darle un carattere più consono al concetto di sportività.

Fulcro della questione è il 4 cilindri Turbodiesel D-4D con potenza massima di 175 CV e un ragguardevole valore di coppia massima di 400 Nm a partire da 2.000 giri. L'Auris RS180 può così scattare da 0 a 100 km/h in 8,1 secondi. E' tuttavia interessante notare che questo motore esiste già anche sul nostro mercato anche se il Marketing di Toyota Italia, evidentemente, deve aver pensato che da noi questo modello non ha un'immagine sufficientemente "dinamica" per proporlo come sportivo. Per lo meno con 180 CV. Diversamente avviene sul suolo britannico, invece, dove l'allestimento sportivo SR e la potente motorizzazione a gasolio, a quanto pare, sono due ottimi ingredienti per ottenere un piatto saporito e gustoso.

A livello estetico l'Auris SR180 si caratterizza per un assetto leggermente ribassato (al posteriore ci sono sospensioni a doppi triangoli specificamente sviluppate per le sue prestazioni), cerchi da 17 pollici, spoiler posteriore e una specifica gamma colori (incluso il bellissimo bianco brillante dell'esemplare delle foto, a ulteriore conferma, come abbiamo recentemente affermato in occasione del Motor Show di Bologna, che il bianco ha il suo perché).

Fanno ulteriormente parte dell'equipaggiamento il cambio a 6 marce, controllo di stabilità VSC e controllo di trazione TRC. Come parte dell'allestimento di serie ci sono climatizzatore automatico bi-zona, sensore crepuscolare per le luci, sensore pioggia e cruise control.

Disponibile (per ora) sul mercato inglese a partire dal nuovo anno, sia in versione tre, sia cinque porte, ha prezzi a partire da circa 17.995 Sterline (circa 25.000 euro).

Scegli Versione

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Toyota


Top