dalla Home

Curiosità

pubblicato il 30 novembre 2016

Formula 1 stradale, esiste ed è in vendita

Volendo si può pagare cash, è stata valutata fino a 100.000 euro e ha anche il freno a mano

Formula 1 stradale, esiste ed è in vendita
Galleria fotografica - Formula 1 stradaleGalleria fotografica - Formula 1 stradale
  • Formula 1 stradale - anteprima 1
  • Formula 1 stradale - anteprima 2
  • Formula 1 stradale - anteprima 3
  • Formula 1 stradale - anteprima 4
  • Formula 1 stradale - anteprima 5
  • Formula 1 stradale - anteprima 6

La storia, un po’ romantica ma anche disastrosa, vuole che il team di Formula 1 Lola abbia disputato un solo Gran Premio per poi ritirarsi, fino al momento in cui la monoposto è stata declinata in versione stradale. Strano ma vero l’azienda è stata attiva fin dagli anni ‘60 fornendo ad altri team i telai per gareggiare. Questo ruolo marginale è cambiato profondamente nel 1997 quando Eric Broadley, il fondatore di MasterCard Lola, ha deciso di iscriversi alla stagione. Dopo il pessimo esordio in Australia, la T97/30 non ha corso più ed è accaduto semplicemente perché MasterCard ha chiuso i rubinetti, decidendo di non appoggiare più il team. Cosa è successo dopo? Eric Broadley si è rivolto al suo team domandando se fosse stato possibile “stradalizzare” la sua F1 rendendola, di fatto, l’unica monoposto al mondo adatta alla circolazione su strada.

Detto, fatto! Proiettori ottici, indicatori di direzione e anche freno a mano. Queste, però, sono state le modifiche più leggere poiché la difficoltà maggiore è stata rappresentata dall’altezza da terra. Per evitare che il primo tombino mandasse in fumo il progetto e soprattutto per ottenere l’omologazione, l’auto è stata alzata di circa 7 cm. Ma al di là delle minuzie tecniche ciò che conta è il cuore di questo rumorosissimo V8 che sprigiona ben 370 CV e che sarà venduto all’asta di Londra del 7 dicembre a non meno di 65.000 euro.

Autore: Lorenzo Catini

Tag: Curiosità , aste , formula 1


Top