dalla Home

Attualità

pubblicato il 30 novembre 2016

Nissan, così ci sposteremo nel futuro

Tra guida autonoma, zero emissioni e mobilità sostenibile, ecco come la casa giapponese interpreta il domani

Nissan, così ci sposteremo nel futuro
Galleria fotografica - Nissan PropilotGalleria fotografica - Nissan Propilot
  • Nissan Propilot - anteprima 1
  • Nissan Propilot - anteprima 2
  • Nissan Propilot - anteprima 3
  • Nissan Propilot - anteprima 4
  • Nissan Propilot - anteprima 5

Zero emissioni, zero fatalità, mobilità intelligente e gestione energetica sono tematiche che sintetizzano la visione a 360° sul futuro e la filosofia che ha guidato, guida e guiderà l'evoluzione dei prodotti e delle tecnologie Nissan. Tante le novità che verranno dibattute e condivise durante la seconda edizione dell'evento Nissan Future in corso a Barcellona. Si parlerà del sistema Propilot che agisce come un avanzato cruise control adattivo che mantiene la velocità, tiene il passo con le vetture che precedono e può applicare la frenata fino ad un arresto completo del mezzo quando necessario. In più controlla lo sterzo per mantenere il veicolo al centro della corsia anche in curva.

Il mercato del futuro

Verrà presentato il report "Liberare le strade: definire il futuro delle auto a guida autonoma". Il primo studio indipendente condotto in Europa e commissionato da Nissan a Network Policy, un think tank e istituto di ricerca internazionale. Analizza l'atteggiamento dei consumatori e le opportunità sociali ed economiche offerte dalle tecnologie di guida autonoma. Nissan e Eaton annunceranno l'inizio delle prevendite di xStorage Home nel Regno Unito, Norvegia e Germania, un nuovo accumulatore di energia residenziale, progettato per essere il più conveniente nel mercato di oggi. Verrà lanciato l'xStorage Building la soluzione commerciale per lo stoccaggio di energia alimentato da batterie di seconda vita delle Nissan LEAF e l'accordo decennale per la fornitura di energia di emergenza dello stadio Amsterdam ArenA. Come ci ha ricordato Paul Willcox, presidente di Nissan in Europa: "Il futuro riserva possibilità immense a chi ha il coraggio di uscire dagli schemi e sperimentare tecnologie avveniristiche. La nostra strategia di integrazione intelligente sta crescendo, quella di guida autonoma è ormai giunta a compimento, mentre per l'obiettivo di alimentazione intelligente abbiamo tracciato i piani più ambiziosi e coraggiosi di sempre".

La guida semi-autonoma

Il Propilot di Nissan è un passo importante verso la guida semi-autonoma su strade pubbliche e su una singola corsia. In vendita in Giappone da fine agosto sul monovolume Serena al prezzo di circa 2.000 euro, ha riscosso un grande successo. In Europa arriverà il prossimo anno e sarà offerto sul Qashqai. Stati Uniti e Cina avranno questa tecnologia più avanti. Con Propilot l'acceleratore, i freni e lo sterzo sono controllati in base alle informazioni ottenute attraverso una telecamera a lente singola con un software avanzato che elabora l'immagine. Esso controlla automaticamente la distanza tra il veicolo che precede ed opera in un campo di velocità da 30 a 100 km all'ora. In presenza di un veicolo che precede il sistema può attivare la frenata fino ad un arresto completo se necessario. Il sistema si aziona attraverso due interruttori semplicemente premendo il pulsante Propilot sullo sterzo e poi SET per impostare la velocità, tuttavia il guidatore deve mantenere la mano sul volante altrimenti il processo di guida semi-autonoma si blocca.

Il lungo termine

Il passo successivo arriverà nel 2018 con la seconda fase che consentirà di automatizzare la guida su più corsie. L'obiettivo 2020 di Nissan sarà quello di avere un sofisticato sistema che riconoscerà gli incroci e permetterà di guidare vetture nel traffico urbano, senza intervento del conducente. La tecnologia di guida autonoma punta a ridurre del 93% gli incidenti stradali causati da un errore umano. L'obiettivo è una macchina che rilevi le situazioni e gli scenari pericolosi e li eviti prima che il conducente ne abbia consapevolezza.

Autore: Margherita Scursatone

Tag: Attualità , Nissan , auto giapponesi , carburanti alternativi , sicurezza stradale


Top