dalla Home

Novità

pubblicato il 29 novembre 2016

Mahindra XUV500 si rifà il look con il MY 2017 e diventa Euro 6

Il SUV indiano guadagna il filtro SCR, necessario per adeguarsi alla norma antinquinamento. Il prezzo rimane competitivo

Mahindra XUV500 si rifà il look con il MY 2017 e diventa Euro 6
Galleria fotografica - Mahindra XUV500 MY 2017Galleria fotografica - Mahindra XUV500 MY 2017
  • Mahindra XUV500 MY 2017 001 - anteprima 1
  • Mahindra XUV500 MY 2017 002 - anteprima 2
  • Mahindra XUV500 MY 2017 003 - anteprima 3
  • Mahindra XUV500 MY 2017 004 - anteprima 4

Sei anni fa, al momento dell'esordio, la XUV500 sancì un radicale cambiamento di filosofia per Mahindra, che passò dalla costruzione con telaio a longheroni (tipica del fuori strada duri e puri) a quella con carrozzeria portante. Da allora il SUV indiano ha ricevuto una serie di aggiornamenti, per ultimi quelli che esordiscono insieme al modello 2017: il motore a gasolio è conforme alla normativa antinquinamento Euro 6 e arriva sulla versione più ricca la telecamera posteriore di parcheggio. Queste migliorie non incidono sulla principale qualità dell'auto, ovvero il rapporto fra prezzo e contenuti, che rimane particolarmente vantaggioso: la XUV500 a trazione anteriore parte da 19.854 euro, quella a trazione integrale da 22.940 euro.

Spazio da monovolume a prezzi da "saldo"

La Mahindra XUV500 misura in lunghezza 4,59 metri ed è pertanto un'alternativa più economica alle Kia Sportage e Renault Kadjar , ma in più offre il vantaggio della terza fila di sedili ripiegabile nel bagagliaio, che incide però sulla capacità dello stesso: il volume spazia da 702 litri con cinque passeggeri e 1.512 con sette, ma si azzera quando vengono estratti i due strapuntini. L'unico motore disponibile è un diesel a quattro cilindri da 2.2 litri, che si avvale ora del filtro SCR per l'abbattimento delle emissioni allo scarico. Il 2.2 eroga 140 CV, fa percorre alla XUV500 in media 14,3 km/l (per quella a trazione integrale sono 13,3 km/l) e si abbina ad un cambio manuale a 6 rapporti. La trazione integrale è del tipo ad inserimento elettronico, mentre le sospensioni sono indipendenti su entrambi gli assi: davanti è presente uno schema McPherson, dietro un multilink.

Due versioni e due tipi di trazione

Il listino del SUV indiano è molto semplice: sono previste le versioni a trazione anteriore o integrale e quelle in allestimento W6 e W8. La W6 offre di serie il climatizzatore automatico bizona, il regolatore di velocità, i comandi al volate, i cerchi in lega da 17 pollici, il volante regolabile in altezza e profondità, lo start&stop, il sensore per misurare la pressione di gonfiaggio dei pneumatici, i sensori posteriori di parcheggio, il bluetooth e l'impianto audio con lettore mp3, mentre la W8 aggiunge i rivestimenti in pelle, la modanatura cromata sul portellone, gli specchi laterali richiudibili elettricamente e la telecamera posteriore di parcheggio. Unici optional sono la vernice metalizzata (450 euro) o perlata (550 euro), il tendalino copribagagliaio ripiegabile (278 euro) e il kit tappetini (40 euro).

Autore: Redazione

Tag: Novità , Mahindra , auto indiane


Top