dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 28 novembre 2016

Techrules, la GT96 sarà presentata a Ginevra 2017

La supercar italo-cinese, prodotta in solo 25 esemplari all'anno, è disegnata da Giugiaro e costruita da Gianetti a Torino

Techrules, la GT96 sarà presentata a Ginevra 2017
Galleria fotografica - Techrules GT96, i teaserGalleria fotografica - Techrules GT96, i teaser
  • Techrules GT96, i teaser 005 - anteprima 1
  • Techrules GT96, i teaser 006 - anteprima 2
  • Techrules GT96, i teaser 008 - anteprima 3
  • Techrules GT96, i teaser 003 - anteprima 4
  • Techrules GT96, i teaser 007 - anteprima 5
  • Techrules GT96, i teaser 001 - anteprima 6

Ora è ufficiale. Tra le tante novità che faranno il loro debutto al Salone di Ginevra 2017 c'è anche lei, la GT96 di Techrules. L'azienda, che ha sede a Pechino, ha scelto una delle kermesse più importanti del panorama automobilistico mondiale per svelare le forme definitive del suo primo modello di serie. La GT96 ha però molto di italiano: il suo design è "opera" di Giorgietto e Fabrizio Giugiaro, che hanno lavorato a lungo per sviluppare uno stile che, a detta dello stesso Fabrizio, si combina perfettamente alla grande carica innovativa della supercar. Ma non finisce qui, perché i 25 esemplari che saranno costruiti ogni anno saranno realizzati a Torino, dal partner L.M. Gianetti, che ha collaborato con i progettisti cinesi anche nelle fasi di ingegnerizzazione dell'auto.

Il primo modello a essere prodotto, a partire da fine 2017, sarà una versione da pista che anticiperà la versione omologata per la strada. Techrules ha fatto sapere che la realizzazione non si limiterà ad auto sportive ma che arriveranno modelli più "convenzionali", sebbene sempre equipaggiati con il sistema ibrido TREV. Questa tecnologia, lo ricordiamo, è brevettata proprio dalla Techrules e prevede l'utilizzo di un generatore a turbina che genera elettricità per alimentare i motori di trazione e immagazzinarla, se in eccesso, in batterie dalle dimensioni ridotte, che consentono risparmio di peso e di volume occupato. Il propulsore, che sfrutta esperienze di derivazione aeronautica, promette un elevato livello di efficienza e di prestazioni, unite ad un impatto ambientale ridotto.

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , auto cinesi , auto italiane , ginevra


Top