dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 25 novembre 2016

Dossier Viaggiare d’inverno, speciale pneumatici invernali

Niente catene da neve, automobilista colpevole

La Cassazione stanga il guidatore che non obbedisce al cartello invernale

Niente catene da neve, automobilista colpevole

I fatti: siamo nel dicembre 1999, e un'automobilista percorre una strada gestita dalla Provincia di Modena, dove vige l'obbligo di catene da neve montate, segnalato da un cartello. Però la vettura viaggia solo con gomme normali (o estive), e va fuori strada a causa di una lastra di ghiaccio. La signora chiede il risarcimento dei danni all'auto alla Provincia, che si rifiuta di rimborsarla, in quanto la macchina era priva dei sistemi anti-sdrucciolevoli imposti. La cittadina non s'arrende e fa ricorso al Tribunale di Modena, che risponde picche per lo stesso motivo; l'appello alla Corte d'appello di Bologna ha lo stesso esito. Non contenta, la donna fa ricorso per Cassazione, ma anche qui perde: in basso, vediamo perché.

Parola ai giudici

Secondo i giudici, non c'è nessuna responsabilità dell'ente proprietario della strada: esiste solo la condotta colposa della vittima. Che non ha obbedito alla segnaletica, non ha preso le contromisure per un pericolo prevedibile, ossia la strada ghiacciata (avrebbe dovuto andare più piano del solito) e non ha montato le catene da neve. La Cassazione (sentenza 22866/2016) non dà peso a un minimo "errore tecnico" in uno dei processi precedenti, quando s'era parlato di pneumatici invernali: in realtà, visto che i fatti si sono svolti nel 1999, l'unico elemento che conta sono le catene da neve. Oggi le cose sarebbero diverse, visto che esiste l'alternativa: pneumatici invernali o catene da neve.

Seconda legnata

Ma non basta. La Cassazione condanna l'automobilista alla rifusione in favore della Provincia di Modena delle spese di quel grado di giudizio, che si liquidano nella somma di 2.900 euro. E dà atto che sussistono i presupposti per il versamento da parte della signora di un ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello dovuto per l'impugnazione. Seppure si riferisca al 1999, trattasi di un precedente importante, in considerazione degli innumerevoli cartelli invernali presenti sulle nostre strade: senza i dispositivi adatti, al di là dei danni alla propria auto, in caso di incidente con feriti gravi o morti può scattare perfino l'omicidio stradale, il nuovo reato introdotto a fine marzo 2016.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , catene da neve , pneumatici , pneumatici invernali


Top