dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 24 novembre 2016

Profumare l’abitacolo dell’auto, 4 idee

La nostra micro-guida per orientarsi tra le diverse tipologie di profumatori per auto

Profumare l’abitacolo dell’auto, 4 idee

Zero bugie: qui non si parla di aria pulita. Non possiamo farlo, visto che lo smog attanaglia ormai da anni le nostre città, con le polveri sottili che inevitabilmente penetrano nell'abitacolo. Ci riferiamo invece ai cattivi odori, quelli sì limitabili e talvolta eliminabili. Si tratti di puzza di sigaretta (che, oltretutto, nuoce gravemente alla salute), o altro: dal cibo mangiato in macchina, alla scia di qualche animale di passaggio nella vettura, fino all'umidità o a qualche straccio umido lasciato nell'abitacolo. Vediamo come fare per combattere questi nemici, così che il viaggio non sia una tortura per le narici. La prima regola è fare entrare aria nell'abitacolo, ad auto in movimento e ferma. Ed eliminare eventuali tracce di sporco che generano cattivo odore. Dopodiché, ecco i profumatori acquistabili anche al supermarket.

Caccia al profumatore

#1. Liquido ricaricabile. Vanno forte i profumatori liquidi ricaricabili, che si applicano alla bocchetta di ventilazione. Di solito, l'erogazione della fragranza avviene in due direzioni: verso i posti dietro e di lato, in modo che l'effetto benefico si estenda a tutto l'abitacolo.

#2. Gel. I profumatori in gel da applicare (in tre secondi) alla bocchetta d'aerazione. In genere, la fragranza esce dal profumatore senza risultare eccessiva per il naso, così da non disturbare voi che guidate né i passeggeri. E dal punto di vista estetico, sono spesso gradevoli agli occhi, con una confezione simpatica. Ovviamente, non gocciola, non sporca.

#3. Classico. Un grande classico: i profumatori appendibili da specchietto retrovisore. L'erogazione può avvenire da sé (basta scartare il prodotto); oppure capovolgendo il boccettino di vetro per due secondi: in questo modo, impregnate di profumo il tappo in legno. Ci sono anche quelli appendibili, ma non allo specchietto: alla maniglia di appiglio, reggi-passeggero.

#4. Spray. Come alternativa, esiste sempre la piccola bomboletta spray, che in genere profumano e igienizzano al contempo: da spruzzare diffusamente nell'abitacolo. Si vaporizza nella vettura, ma può essere spruzzata direttamente sulle superfici in tessuto.

Quello perfetto? Non esiste

Impossibile indicare quale sia il profumatore per auto ideale: come per il cibo, vale la regola che i gusti non si discutono. Dipende dalla fragranza che più vi aggrada, dalle caratteristiche della scatola del profumatore stesso (anche il design ha la sua importanza, specie per chi ama vivere l'abitacolo come un salotto). La scelta è tra fragranze dolci e seducenti, oppure giovanili, molto fresche e iper-dinamiche. L'ideale, se ci sono più guidatori o se a viaggiare sono sempre i soliti passeggeri, sarebbe condividere la scelta con tutte le persone che vi accompagnano nei vostri spostamenti nella vettura.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , manutenzione


Top