dalla Home

Curiosità

pubblicato il 17 novembre 2016

The Grand Tour, come si vede il nuovo show di Jeremy Clarkson

Il 18 novembre inizia la serie che in Italia però ancora non è disponibile

The Grand Tour, come si vede il nuovo show di Jeremy Clarkson
Galleria fotografica - The Grand TourGalleria fotografica - The Grand Tour
  • The Grand Tour 011 - anteprima 1
  • The Grand Tour 001 - anteprima 2
  • The Grand Tour 010 - anteprima 3
  • The Grand Tour 002 - anteprima 4
  • The Grand Tour 009 - anteprima 5
  • The Grand Tour 005 - anteprima 6

Ormai ci siamo. Venerdì 18 novembre debutta il tanto atteso The Grand Tour, il nuovo show targato Amazon con Jeremy Clarkson, James May e Richard Hammond. Per la produzione non si è badato a spese: l'azienda di Jeff Bezos ha speso oltre 190 milioni di dollari per la realizzazione di 36 puntate, spalmate su tre stagioni da 12 episodi ciascuna. Solo la scena d'apertura, in base ad alcuni rumors, sarebbe costata più di tre milioni di dollari. Insomma, le premesse ci sono tutte (stando anche ai trailer rilasciati in queste settimane) perché lo show continui, come Top Gear, ad avere un grande seguito.

Che cos'è

Difficile a dirsi, perché a parte qualche immagine vista nei teaser trailer, non si sa molto. Più facile dire cosa non è, e cioè un facsimile di Top Gear. Da questo punto di vista la BBC è stata chiara: niente, a cominciare dalle inquadrature o dai "tormentoni" dei conduttori, può ricordare lo show originale. E a garantire questo c'è stato un team di avvocati che hanno vigilato durante le settimane di riprese. Quel che invece è certo è che lo spettacolo è "itinerante" - come del resto il nome The Grand Tour suggeriva già dall'inizio - e cioè è stato girato in varie location (come il Marocco, l'Italia, il Texas e le Barbados) coinvolgendo anche il pubblico, come hanno dimostrato le foto dal set. Le protagoniste, inutile dirlo, saranno comunque le auto, messe alla prova non soltanto su strada o su pista (siamo tutti curiosi di vedere LaFerrari contro McLaren P1 e Porsche 918 Spyder), ma anche in situazioni limite come il deserto o in territori di guerriglia.

Come si vede

Il rilascio dei 12 episodi inizia venerdì 18 novembre e avrà una cadenza settimanale, ma sorge un problema. La serie, infatti, sarà distribuita in esclusiva sulla piattaforma on demand Amazon Prime Video che, ad oggi, non è accessibile ai clienti italiani. A dire il vero, si fa prima a elencare i paesi dove il servizio streaming è disponibile: America, UK, Germania e Giappone. Non ci sono dichiarazioni ufficiali da parte di Amazon Italia ma tramite un breve video rilasciato su YouTube, proprio Clarkson, Hammond e May hanno confermato che l'attesa degli appassionati italiani si protrarrà solamente fino a dicembre, mese nel quale ci sarà un rilascio di tutti gli episodi doppiati in contemporanea con altri 200 Paesi. Chi invece non può proprio aspettare è bene che si metta l'anima in pace: per ora non c'è niente da fare, The Grand Tour non si può vedere. A meno che i più "smanettoni" non optino per registrarsi sul sito internazionale (per intenderci, quello con il dominio .com), con il rischio però che Amazon si accorga del trucchetto e blocchi l'account incriminato.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , top gear


Top