dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 16 novembre 2016

Dossier Viaggiare d’inverno, speciale pneumatici invernali

Ordinanze pneumatici invernali o catene a bordo, attenzione alle date

Non sempre le ordinanze vanno dal 15 novembre al 15 aprile. Vediamo in dettaglio

Ordinanze pneumatici invernali o catene a bordo, attenzione alle date
Galleria fotografica - Viaggiare d'inverno, dieci controlli da fareGalleria fotografica - Viaggiare d'inverno, dieci controlli da fare
  • 1. Informarsi sulle condizioni meteo e sulle ordinanze  	   - anteprima 1
  • 2. Controllare antigelo del motore   - anteprima 2
  • 3. Controllare antigelo del liquido lavavetri	   - anteprima 3
  • 4. Controllare spazzole del tergicristallo  - anteprima 4
  • 5. Catene in ordine e non arrugginite    - anteprima 5
  • 6. Catene a bordo   - anteprima 6

No, non ci pensiamo minimamente a rincarare la dose: la normativa sugli pneumatici invernali e le catene da neve è già abbastanza complicata, fatta di Codice della Strada, decreti, circolari di chiarimento seguite da direttive ministeriali che chiariscono le stesse circolari. Il nostro intento è invece quello di cercare di semplificare al massimo la questione ordinanze. Di che si tratta? D’inverno la strada è meno sicura perché spesso scivolosa quindi il livello di aderenza degli pneumatici al fondo stradale è inferiore. Per aumentare la sicurezza della circolazione stradale, il Codice della Strada consente agli enti proprietari e ai gestori delle strade di "prescrivere che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio". C’è un cartello che lo dice: circolazione consentita solo con pneumatici invernali montati o, in alternativa, con catene da neve a bordo. Ma in che periodo dell’anno? Ecco il punto.

Di solito…

I proprietari o gestori delle strade possono emanare ordinanze purché in conformità alla direttiva del ministero dei Trasporti del 16 gennaio 2013. In generale, il periodo di vigenza è compreso tra il 15 novembre e il 15 aprile. Lo evidenzia la direttiva: "Ai fini della necessaria uniformità, si dispone che il periodo interessato dall’obbligo sia ricompreso tra il 15 novembre e il 15 aprile". Il ministero parla di uniformità perché c’è il rischio che ogni gestore si regoli come crede. Fra l’altro, il pericolo di ordinanze a macchia di leopardo in Italia è reale: lo dimostra il caso Milano in Lombardia, Provincia senza ordinanza.

Altri periodi

Attenti: è possibile prevedere periodi di vigenza diversi da quelli standard. È consentita una estensione temporale del periodo di vigenza per strade o tratti che presentano condizioni climatiche particolari come le strade di montagna a quote particolarmente alte. È utile, come anticipato (qui l'articolo con tutte le ordinanze 2016/17), orientarsi tramite questo link. Anche se per avere la certezza di essere in regola occorre informarsi direttamente presso il gestore del tratto dove si intende viaggiare. Ricordate inoltre quanto fissato dal ministero: se ricorrono le condizioni climatiche disciplinate dalla direttiva, anche i Comuni possono adottare ordinanze nei centri abitati.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , pneumatici invernali


Top