dalla Home

Attualità

pubblicato il 15 novembre 2016

Auto ibride ed elettriche, serve il cicalino fino a 30 km/h

Il provvedimento sarà obbligatorio dal 2019 negli Stati Uniti e serve per diminuire il numero di infortuni

Auto ibride ed elettriche, serve il cicalino fino a 30 km/h

Da settembre 2019 le automobili ibride o elettriche in vendita negli Stati Uniti dovranno montare di serie un cicalino per farsi riconoscere dai pedoni, che in determinate situazioni rischiano di non sentirle arrivare e di attraversare la strada quando non dovrebbero: l’assenza di un motore a scoppio rende più difficile capire quando un’automobile sta arrivando alle spalle. Lo ha stabilito l’ente nazionale statunitense per la sicurezza stradale, l’NHTSA, disciplinando così la materia dopo anni di richieste: le prime discussioni risalgono infatti al 2013, quando la popolarità delle automobili ibride o elettriche era minore rispetto ad oggi. L’obbligo è riservato ai veicoli con quattro ruote e fino alla velocità di 30 km/h, in direzione di marcia o di retromarcia, pesanti fino a 4.5 tonnellate: nel provvedimento rientro anche i furgoni e alcuni bus.

I funzionari dell’ente non hanno definito l’intensità del suono, e nemmeno il tipo di rumore (continuo, intermittente, acuto…), parlando in maniera generica di un suono udibile fino alla velocità di 30 km/h. Sopra questa velocità, come riferito dalla NHTSA, il rumore prodotto dai pneumatici o dall’aria è sufficiente per avvertire i pedoni. L’NHTSA risponde in tal modo ad una richiesta formulata dal Congresso degli Stati Uniti e riceve il consenso di alcune organizzazioni di categoria, fra cui quella che difende gli interessi delle persone cieche o ipovedenti, che aspettavano da tempo una misura in tal senso: l’NHTSA stima che i cicalini possano far diminuire di 2.400 unità all’anno gli infortuni che si verificano quando un pedone non sente arrivare una vettura ibrida o elettrica. Una misura simile dovrebbe arrivare in Europa entro il 1 luglio 2019, come stabilito dal Parlamento Europa, ma la Commissione non si è ancora esposta.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , auto elettrica , auto ibride , dall'estero


Top