dalla Home

Test

pubblicato il 16 novembre 2016

Dossier OmniAuto.it Speciale Hyundai Ioniq

Hyundai Ioniq, come funziona il sistema ibrido [VIDEO]

L’auto coreana nasce con due motori e in più ha una trasmissione a doppia frizione che fa la differenza nel piacere di guida

Galleria fotografica - Hyundai Ioniq, la tecnologia ibridaGalleria fotografica - Hyundai Ioniq, la tecnologia ibrida
  • Hyundai Ioniq, la tecnologia ibrida 024 - anteprima 1
  • Hyundai Ioniq, la tecnologia ibrida 015 - anteprima 2
  • Hyundai Ioniq, la tecnologia ibrida 016 - anteprima 3
  • Hyundai Ioniq, la tecnologia ibrida 025 - anteprima 4
  • Hyundai Ioniq, la tecnologia ibrida 001 - anteprima 5
  • Hyundai Ioniq, la tecnologia ibrida 028 - anteprima 6

Si fa presto a dire ibrido. Dopo aver provato la nuova Hyundai Ioniq nel #perchécomprarla vale la pena tornare sull'argomento per spiegare insieme ad Andrea in che cosa consiste mettere insieme un motore a benzina ed uno elettrico. E naturalmente capire come lo fa la nuova coreana che è anche la prima auto pensata per avere tutti e tre i gradi di elettrificazione: ibrida, ibrida plug-in ed elettrica al 100%. La Hyundai Ioniq comincia la sua avventura con la versione Hybrid, ovvero spinta da un motore a benzina ed uno elettrico la cui energia è creata dal sistema stesso durante la marcia. Vediamo come fa.

Missione recupero energia

Il sistema ibrido della Ioniq è composto da un 1,6 litri da 105 CV e 147 Nm ed un elettrico da 32 kW e 170 Nm che lavorando insieme erogano 141 CV e 265 Nm, dunque non la loro somma perché esprimono il loro meglio a regimi differenti. Il 4 cilindri ha l'iniezione diretta e il ciclo Atkinson per raggiungere un rendimento da record del 40%, l'elettrico sincrono a magneti permanenti è inserito nel cambio e ha il compito di spingere la vettura da solo o insieme al motore termico, di riavviarlo dopo le soste o le fasi di marcia ad emissione zero, e infine di produrre l'energia che gli è necessaria. Questo avviene soprattutto in rilascio e in frenata recuperando l'energia cinetica che altrimenti andrebbe persa.

Due serbatoi e due frizioni

Per due motori ci vogliono due serbatoi. Il primo è quello primario per la benzina, il secondo è la batteria che, nel caso della Ioniq, ha una capacità di 1,56 kWh ed è ai polimeri di litio, una tecnologia differente da quella degli ioni di litio poiché utilizza celle allo stato solido e questo la rende più stabile, più sicura in caso di incidente e anche più affidabile tanto che Hyundai la garantisce per 8 anni o 200.000 km. L'altra particolarità del sistema ibrido della Ioniq è che ha un cambio vero: un doppia frizione a 6 rapporti che rende le risposte più pronte e naturali e la guida identica a quella di una qualsiasi auto dotata di trasmissione automatica-sequenziale. Il sistema inoltre consente di impostare la modalità Eco e la Sport.

Elogio della coppia

Ma per capire ancora meglio che cosa è un'auto ibrida e le specificità del sistema della Hyundai Ioniq, si può seguire il filmato con Andrea che spiega tutto per bene e mostra come l'ibrido non sia solo un modo per consumare meno, ma anche per muoversi in modo meno stressante e più confortevole, proprio grazie alla collaborazione tra motore a scoppio ed elettrico.

Scheda Versione

Hyundai Ioniq Hybrid
Nome
Ioniq Hybrid
Anno
2016
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
ibrida
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Hyundai , auto coreane


Listino Hyundai Ioniq

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.6 Hybrid 6DCT Classic anteriore elettrico 141 1.6 5 € 24.900

LISTINO

1.6 Hybrid 6DCT Comfort anteriore elettrico 141 1.6 5 € 26.500

LISTINO

1.6 Hybrid 6DCT Style anteriore elettrico 141 1.6 5 € 29.000

LISTINO

 

Top