dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 11 novembre 2016

Dossier Viaggiare d’inverno, speciale pneumatici invernali

Pneumatici invernali o catene, cosa scegliere

Analizziamo i pro e i contro di entrambe le soluzioni

Pneumatici invernali o catene, cosa scegliere
Galleria fotografica - Viaggiare d'inverno, dieci controlli da fareGalleria fotografica - Viaggiare d'inverno, dieci controlli da fare
  • 1. Informarsi sulle condizioni meteo e sulle ordinanze  	   - anteprima 1
  • 2. Controllare antigelo del motore   - anteprima 2
  • 3. Controllare antigelo del liquido lavavetri	   - anteprima 3
  • 4. Controllare spazzole del tergicristallo  - anteprima 4
  • 5. Catene in ordine e non arrugginite    - anteprima 5
  • 6. Catene a bordo   - anteprima 6

La sfida è tra due "contendenti": da una parte, gli pneumatici invernali; dall'altra, gli pneumatici normali, però muniti di catene da neve. La domanda è: dal punto di vista giuridico, come finisce questa contesa? In perfetta e assoluta parità. Infatti, si tratta di due soluzioni equivalenti. E alternative: ossia, in presenza di obbligo (il cartello della gomma catenata su fiondo blu), è possibile scegliere le gomme invernali oppure le catene da neve montare su gomme normali. Chiarita la questione… in punta di diritto, resta però l'eterno dilemma: pneumatici invernali o catene da neve, cosa conviene? Questa seconda domanda era e resta senza risposta: sono troppe le variabili in gioco, fra l'altro molto soggettive. Ma cerchiamo di analizzarle.

Dipende dal guidatore

Il primo fattore che ci sentiamo di evidenziare è l'abilità del guidatore nel montare le catene. Se è poco pratico di lavori del genere (sebbene con le catene di oggi l'operazione sia più facile di una volta), se non è in grado di "lavorare" all'aperto (occhio: spesso al gelo e sotto la neve con le mani ghiacciate e in condizioni di stress psicofisico), meglio che quell'automobilista si orienti verso gli pneumatici da neve. A tutto pensa il gommista autorizzato, nella massima sicurezza.

Pro e contro

Le gomme da neve consentono la mobilità in sicurezza per tutto l'inverno senza dover montare dispositivi supplementari di aderenza. Quelle di ultima generazione, in particolare se hanno anche il pittogramma alpino oltre alla marcatura M+S, forniscono prestazioni superiori in aderenza, motricità, frenata nelle condizioni critiche e mantengono buone prestazioni anche su strada asciutta. E non è vero che gli pneumatici invernali possano essere utilizzati solo ed esclusivamente in presenza di neve: sono adatti per l'impiego durante tutto l'inverno, anche se non nevica. Il Codice della Strada ha recepito il nuovo termine "pneumatico invernale", riconoscendo così allo stesso migliori prestazioni durante tutta la stagione fredda. Tuttavia (anche se la questione è un po' controversa), in condizioni estreme, su asfalto parecchio innevato, le catene sono più efficaci delle gomme invernali.

Velocità e lavaggio

Con gli pneumatici invernali, va rispettato il limite di velocità vigente su quel tratto di strada; con le catene, il massimo è sempre e comunque di 50 km/h, al di là del limite del tratto stradale. Inoltre, mentre si circola con le catene, queste raccolgono il sale e numerosi altri agenti aggressivi: occorre un lavaggio accurato dopo l'utilizzo. Se questo non avviene, le maglie delle catene possono corrodersi fino a divenire inservibili.

Dipende dall'auto

Per montare gli pneumatici invernali giusti, occorre rispettare le caratteristiche indicate nella carta di circolazione (pneumatici di serie). Per le catene, occorre invece verificare se la gomma normale sia catenabile: lo dice lo stesso "libretto". Sovente, cerchi grandi e pneumatici ribassati non vanno d'accordo con le catene da neve.

Qui il nostro dossier pneumatici invernali.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , pneumatici invernali


Top