dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 9 novembre 2016

Incidente d'auto con colpa a metà, ecco come agire

La nostra micro-guida per sapere cosa fare nel caso in cui la responsabilità sia al 50%

Incidente d'auto con colpa a metà, ecco come agire

Dimenticate per un attimo il classico incidente "facile": l'auto A che tampona l'auto B. Il guidatore vittima del sinistro viene indennizzato al 100% dalla propria assicurazione (con l'indennizzo diretto), che poi ottiene un forfait dall'altra compagnia. Il guidatore B subisce il malus assicurativo: la classe di merito diventa molto più costosa e la sua Rca sale tantissimo. Immaginate adesso un incidente "difficile": l'auto A che effettua un sorpasso superando la striscia continua; l'auto B, da direzione opposta, fa lo stesso. Ed ecco il frontale. In questo caso, di chi è la colpa? Al 50% del guidatore A e al 50% dell'altro conducente. Vediamo con quali conseguenze a livello di Rca.

Triplo risultato

#1 Metà danni. Con un sinistro a doppia responsabilità paritaria, la compagnia assicuratrice dell'auto A risarcirà la metà dei danni subiti; idem la compagnia dell'auto B.

#2 No malus. Col concorso di colpa paritario, la classe di merito non peggiora: niente malus. Lo stabilisce la legge Bersani 40 del 2007. La compagnia però annota nell'attestato di rischio la quota di corresponsabilità paritaria dei conducenti.

#3 Solo uno. Occhio però: in caso di incidenti successivi in un periodo massimo di tempo di 5 anni dalla prima annotazione, se il grado di responsabilità del sinistro supera la quota complessiva del 51% la compagnia assegnerà il malus al primo risarcimento pagato. Trascorsi i 5 anni, tutte le quote di corresponsabilità paritaria annotate verranno cancellate.

Rischio discussioni

In caso di incidente, il Codice della Strada dice che la responsabilità è di tutti i veicoli coinvolti, a meno che non si dimostri un torto da parte di un guidatore. Ecco perché spesso nascono discussioni agli incroci dopo un sinistro, specie se il colpevole non ammette di aver sbagliato. Per evitare qualsiasi tipo di discussione, chiamate le Forze dell'ordine: il loro verbale vale oro. Utile anche per evitare che un automobilista furbetto intenda portarvi ad accettare una doppia responsabilità paritaria in un incidente.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni


Top