dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 4 novembre 2016

BMW Serie 8, quando l'ammiraglia ha due porte

La casa tedesca lavora su una coupé raffinata e lussuosa basata sulla Serie 7. Ecco la nostra ricostruzione

BMW Serie 8, quando l'ammiraglia ha due porte
Galleria fotografica - BMW Serie 8, il renderingGalleria fotografica - BMW Serie 8, il rendering
  • BMW Serie 8, il rendering 007 - anteprima 1
  • BMW Serie 8, il rendering 005 - anteprima 2
  • BMW Serie 8, il rendering 006 - anteprima 3
  • BMW Serie 8, il rendering 001 - anteprima 4
  • BMW Serie 8, il rendering 002 - anteprima 5
  • BMW Serie 8, il rendering 003 - anteprima 6

La rappresentazione di una coupé è ben definita nella testa di qualsiasi persona, anche non appassionata, che immagina un'automobile priva di compromessi, sportiva nell'aspetto e più sacrificata rispetto ad una tradizionale berlina. Non sempre però questa descrizione corrisponde al vero. Sul mercato è possibile infatti trovare coupé di fascia altissima, lunghe nell'ordine dei 5,00 metri, che offrono qualità e spazio direttamente comparabili a quelli di un'ammiraglia, da cui molto spesso derivano. Il modello più di successo è la Mercedes Classe S Coupé, ma nella stessa categoria arriverà fra 2 anni una proposta analoga della BMW, la Serie 8, che riprenderà i contenuti e la meccanica della Serie 7: i motori avranno 6, 8 e 12 cilindri, la cura per il dettaglio sarà molto elevata e il prezzo oltrepasserà i 100.000 euro. Noi la ricostruiamo così, dopo aver elaborato le indicazioni emerse fino ad oggi.

La base meccanica è comune alla Serie 7

Automobili di questo genere sono riservate in genere ad un pubblico molto ristretto, alla ricerca di una berlina con fattezze da sportiva piuttosto che di una coupé agile e scattante. La Serie 8 non sfuggirà alla regola, pur avendo una carrozzeria dalle linee filanti, disegnata per farla apparire più corta e slanciata di quanto lo sarà dal vero: il parabrezza sarà molto inclinato, la fiancata verrà attraversata da una profonda nervatura e il frontale sarà ispirato alle BMW più recenti, quindi troveremo la soluzione dei fanali uniti alla griglia del radiatore. La parentela con la Serie 7 si ritroverà nell'abitacolo e soprattutto a livello tecnico. Verrà scelta infatti la base meccanica denominata CLAR, a trazione posteriore, che fa uso di materiali compositi e garantisce un sensibile contenimento delle masse: la Serie 8 avrà una lunghezza nell'ordine dei 4,90 metri, ma il suo peso resterà inferiore alle 2 tonnellate.

Il V12 per chi cerca la massima fluidità

La coupé avrà un abitacolo molto ben rifinito e sarà confortevole quanto la Serie 7, ma solo per il guidatore e il suo passeggero, visto che il taglio del tetto limiterà la disponibilità di spazio per gli occupanti posteriori. I motori disponibili saranno i benzina a 6, 8 e 12 cilindri, tutti sovralimentati, che sapranno garantire le l'elasticità e il prestigio di cui un'automobile simile ha bisogno: i suoi clienti non guardano allo scatto da fermo o alle prestazioni fra i cordoli, ma preferiscono una risposta del motore senza esitazioni e una grade fluidità di marcia. Le informazioni raccolte finora escludono la presenza di una variante ibrida, mentre quella con il motore V12 (la M860i) avrà regolazioni più sportiveggianti rispetto alle L6 e V8. La nuova BMW Serie 8 dovrebbe esordire nel 2018, quasi vent'anni dopo la prima generazione.

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Bmw , auto europee , rendering


Top