dalla Home

Tuning

pubblicato il 1 novembre 2016

Dossier SEMA Show 2016

BMW, al SEMA debuttano nuovi accessori

In Nevada arrivano tanti optional per migliorare le BMW, facendole guadagnare smalto o comfort

BMW, al SEMA debuttano nuovi accessori
Galleria fotografica - BMW, nuovi accessori al SEMA 2016Galleria fotografica - BMW, nuovi accessori al SEMA 2016
  • BMW, nuovi accessori al SEMA 2016 001 - anteprima 1
  • BMW, nuovi accessori al SEMA 2016 002 - anteprima 2
  • BMW, nuovi accessori al SEMA 2016 003 - anteprima 3
  • BMW, nuovi accessori al SEMA 2016 004 - anteprima 4
  • BMW, nuovi accessori al SEMA 2016 005 - anteprima 5
  • BMW, nuovi accessori al SEMA 2016 006 - anteprima 6

Las Vegas è una città dove regnano l'eccesso e l'ostentazione. Non a caso proprio nella Sin City è organizzata la principale rassegna dedicata al tuning, il SEMA (18-27 novembre), dove sono presenti case automobilistiche ufficiali e preparatori di varia estrazione. Fra i costruttori ad esporre nuovi prodotti c'è anche BMW. La casa dell'Elica mostra qui una serie di accessori inseriti nei cataloghi M Performance Parts e Original BMW Accessories, riservati ad automobili preparate dalla sezione Motorsport o a veicoli di serie, che vanno ad incidere sull'estetica o sulla dinamica delle vetture ai quali sono destinati: alle M3 e M4 vengono destinate per esempio nuove molle regolabili, di colore rosso, che permettono al conducente di ribassare l'altezza da terra (fra un minimo di 5 mm ed un massimo di 20 mm) in relazione del tipo di percorso.

Più cavalli e nuovi componenti in fibra di carbonio

Fra le novità del SEMA 2016 rientrano i cerchi in lega montati sulla M3 in esposizione, studiati fin dall'origine per essere realizzati tramite forgiatura, che migliorano il comportamento dell'auto in curva e hanno misure differenti fra anteriore (19 pollici) e posteriore (20 pollici). Saranno in vendita dall'estate 2017 per le M2, M3 e M4. Sulla M3 viene introdotta anche una nuova ala posteriore, costruita interamente in fibra di carbonio e disegnata in maniera da ricordare il mondo delle competizioni. Si potrà ordinare a metà 2017. La rassegna di Las Vegas serve inoltre per mostrare al pubblico statunitense il pacchetto M Performance Power & Sound Kit, disponibile in Germania sulle 340i e 440i, che regala 35 CV in più al motore sei cilindri (ora sono 360) e fa aumentare la coppia a 600 Nm (+52). Lo sprint 0-96 km/h migliora di 0,2 secondi, accompagnandosi ad un rumore allo scarico più coinvolgente. L'incremento di potenza e coppia viene ottenuto per via software.

Il Remote Engine Start fa accendere il condizionate da casa

I pacchetti M Performance in vendita negli Stati Uniti diventano analoghi a quelli disponibili in Europa, che fino ad oggi mettevano a disposizione contenuti leggermente diversi. Gli accessori all'interno di ciascun pacchetto variano da modello a modello: sulle Serie 2 e Serie 3 è presente ad esempio un nuovo labbro anteriore, che sulle Serie 4, M3 e M4 è realizzato in fibra di carbonio. L'M Performance Package riservato alla Serie 7 include i cerchi in lega da 21 pollici, mentre quello per le M3 e M4 prevede un impianto di silenziatore allo scarico in titanio (sulla M2 è in acciaio). Le BMW Serie 5, X5 e X6 sono i primi modelli a ricevere il Remote Engine Start, al debutto in occasione del SEMA, che permette di avviare il condizionatore da remoto e far scaldare o raffreddare l'abitacolo prima di salirci a bordo.

Autore: Redazione

Tag: Tuning , Bmw , motor show , saloni dell'auto


Top