dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 28 ottobre 2016

Dossier Viaggiare d’inverno, speciale pneumatici invernali

Pneumatici invernali, alla larga dalle multe-batosta

Guai a confondersi fra le varie indicazioni sulle gomme invernali

Pneumatici invernali, alla larga dalle multe-batosta
Galleria fotografica - Guida ai Pneumatici InvernaliGalleria fotografica - Guida ai Pneumatici Invernali
  • Guida ai Pneumatici Invernali - anteprima 1
  • Guida ai Pneumatici Invernali - anteprima 2
  • Guida ai Pneumatici Invernali - anteprima 3
  • Guida ai Pneumatici Invernali - anteprima 4
  • Guida ai Pneumatici Invernali - anteprima 5
  • Guida ai Pneumatici Invernali - anteprima 6

Per evitare incidenti, ma anche per non prendere multe pesanti: ecco due buoni motivi per conoscere alla perfezione i due cartelli stradali che riguardano gli pneumatici invernali. È vero che siamo ancora in autunno, ma è bene arrivare al momento giusto preparati. Iniziamo dal segnale classico: quello della ruota catenata su fondo blu. Dal punto dov'è installato, obbliga ad avere pneumatici invernali montati oppure, in alternativa, catene da neve montate. Per la precisione, il Codice della Strada parla di obbligo, e basta: non specifica che scatta solo se la strada è innevata. Ma perché si può incontrare quel segnale in assenza di neve sulla strada? Un errore del cantoniere: non ha eliminato il cartello una volta che l'asfalto è diventato pulito. Ovviamente, le Forze dell'ordine terranno conto di questo possibile problema, e multeranno solo in presenza di cartello e neve, e in mancanza di gomme invernali o catene da neve montate.

Diverse sanzioni

Se non rispettate il cartello della gomma catenata su fondo blu, in città (situazione rara) rischiate una multa di 41 euro (articolo 7 del Codice della Strada). Invece, il verbale è di 85 euro fuori città (articolo 6), che poi è l'ipotesi più frequente. Non finisce qui. L'automobilista che s'è visto rifilare la prima multa può circolare solo con gomme invernali o catene da neve montate. Dopo il primo verbale, se viene ancora pizzicato a viaggiare non a norma, arriva la seconda multa: 85 euro, più il taglio di 3 punti della patente (articolo 192 del Codice della Strada). Chiaramente, non può proseguire in quelle condizioni.

Il secondo cartello: dal 2010

Da sei anni, le cose sono più complicate. Per via di nuove norme del Codice della Strada (già di per sé poco chiaro) che aumentano però la sicurezza. Dal 2010, infatti, la legge consente agli enti proprietari o gestori delle strade di: "prescrivere che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio". Lo possono fare tramite un'ordinanza. Il ministero dei Trasporti ha chiarito che per "impiego stagionale" degli pneumatici invernali si intende dal 15 novembre al 15 aprile, durante il quale può vigere l'obbligo del montaggio di pneumatici invernali (M+S) o catene a bordo. Talvolta dal 15 ottobre, in determinate località con climi più rigidi. Il cartello è rettangolare, ha la scritta bianca dentro (mentre la scritta nera indica il periodo dell'anno). Il fondo è blu per le normali strade in città e fuori, mentre è verde in autostrada. La multa per chi sgarra è di 41 euro in città, e di 85 euro fuori città (articolo 6 del Codice della Strada).

Ordinanze… sparse

Attenti: quei cartelli di obbligo di gomme da neve montate o di catene a bordo sono preziosi. È vero che si possono cercare le ordinanze dei gestori sui siti Internet delle singole amministrazioni, ma questi potrebbero non essere aggiornati. Con l'ulteriore problema che gli obblighi non sono uniformi a livello nazionale, ma a macchia di leopardo. Non appena avremo un link con tutte le ordinanze, vi diremo dove cliccare per viaggiare sicuri e senza multe.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , pneumatici invernali


Top