dalla Home

Mercato

pubblicato il 25 ottobre 2016

FCA, rivisti al rialzo gli obiettivi 2016

Buoni i risultati del terzo trimestre in Brasile, con Fiat Toro; in Europa, con la Tipo, e in Cina con Jeep

FCA, rivisti al rialzo gli obiettivi 2016

FCA prosegue l’anno in positivo, grazie soprattutto ai risultati ottenuti in Europa, dove viaggia al di sopra della media di mercato (qui i dati) anche grazie ai buoni risultati della Tipo. Nel Nord America invece le consegne nell’ultimo trimestre sono calate, così come in Asia e in America latina, ma negli Stati Uniti la quota di mercato è in crescita del 30% (a 12,5%), in Brasile FCA rimane leader di mercato (con una quota del 18,6% e la Toro che richiama clienti) e in Cina le vendite di Jeep sono in crescita del 76%, visto che la produzione è diventata locale. Globalmente le consegne nel terzo trimestre sono rimaste stabili, così come i ricavi, ma l’utile netto adjusted è più che triplicato (740 milioni di euro), così come quello netto (606 milioni di euro). Il Gruppo ha quindi deciso di rivedere al rialzo i target 2016: i ricavi netti dovrebbero arrivare a 112 miliardi di euro e l’indebitamento netto industriale stabilizzarsi attorno a 5 miliardi di euro.

Magneti Marelli sarà venduta a Samsung?

L’argomento “indebitamento” è molto delicato. La cessione di Magneti Marelli a Samsung servirebbe proprio ad abbattere questa voce e a permettere ad FCA di arrivare in una situazione di cassa positiva entro il 2019. Se n’è parlato anche in Parlamento. Un gruppo di deputati del Movimento 5 Stelle ha portato all’attenzione del Ministro dello Sviluppo Economico, in un’interrogazione parlamentare affinché il Governo eviti la cessione “di un’eccellenza italiana” a un’azienda straniera. Intanto, l'accordo è comunque a rischio perché l’azienda coreana sta registrando enormi perdite finanziarie a causa del ritiro dal mercato dei Galaxy Note 7.

La Levante traina Maserati

Le consegne di Maserati, dopo un periodo di stasi, sono tornate a crescere grazie alla Levante, che ha compensato le perdite della Ghibli. In particolare gli incrementi si sono registrati in Cina (+109%), in Nord America (+42%) e in Europa (+67%), arrivando complessivamente a 10.656 consegne in tutti i mercati contro le 6.916 dell’anno scorso (+54%).

Autore: Redazione

Tag: Mercato , immatricolazioni , torino


Top