dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 21 ottobre 2016

Nuova Chevrolet Corvette, col motore centrale cambia profilo

La coupé USA guadagna un'estetica da vera supercar. Noi la ricostruiamo così

Nuova Chevrolet Corvette, col motore centrale cambia profilo
Galleria fotografica - Nuova Chevrolet Corvette, il renderingGalleria fotografica - Nuova Chevrolet Corvette, il rendering
  • Nuova Chevrolet Corvette, il rendering 001 - anteprima 1
  • Nuova Chevrolet Corvette, il rendering 002 - anteprima 2
  • Nuova Chevrolet Corvette, il rendering 005 - anteprima 3
  • Nuova Chevrolet Corvette, il rendering 006 - anteprima 4
  • Nuova Chevrolet Corvette, il rendering 003 - anteprima 5
  • Nuova Chevrolet Corvette, il rendering 004 - anteprima 6

Il centro tecnico di Milford Proving Ground è da mesi un luogo fra i più sorvegliati all'interno degli Stati Uniti. Qui si trovano custodite informazioni di rilevanza nazionale, che al momento nessuno è autorizzato a conoscere, perché sanciranno le fine di un'epoca e daranno origine ad una piccola rivoluzione: nei documenti si attesta infatti il passaggio della Corvette dal motore anteriore a quello centrale. L'argomento non interessa soltanto gli appassionati, perché la 'Vette è considerata alla pari di un fenomeno pop e ha una grandissima influenza sulla cultura americana, tanto da apparire in film anche di buon successo (uno su tutti Apollo 13). Ecco perché della nuova Corvette conosciamo ancora pochi dettagli. Noi però abbiamo raccolto quelli noti finora e ricostruito l'aspetto finale, aggiornando il rendering di settembre.

Cofano corto e fianchi lunghi

La nuova ricostruzione è basata sulle più recenti immagini spia, scattate nei dintorni del Milford Proving Ground, dove i tecnici della casa sono impegnati nel riserbo più assoluto a collaudare il nuovo modello. Gli ultimi avvistamenti hanno messo in evidenza aspetti dell'auto che finora non erano emersi: il cofano anteriore sarà più raccolto e compatto, mentre i fianchi daranno più slancio alla vista laterale. L'ottava generazione della Corvette, la C8, avrà quindi proporzioni ben diverse rispetto alle antenate e molto più simili alle concorrenti europee, ma conserverà in ogni caso i fari anteriori sviluppati in lunghezza e la linea della fiancata a salire. In corrispondenza del passaruota posteriore si troverà una grossa presa d'aria, necessaria per garantire il dovuto raffreddamento al motore V8.

Due turbo per il nuovo V8 4.2

Le "maglie" di Milford Proving Ground hanno lasciato passare recentemente alcune indiscrezioni sul motore, che preserverà l'architettura V8 ma adotterà un sistema di sovralimentazione biturbo: il 4.2 si chiamerà LT5 e verrà impiegato su numerose altre vetture del gruppo General Motors, ma sulla C8 dovrebbe erogare una potenza fino a 750 CV. Devono invece trovare conferma le ipotesi relative al gruppo ibrido. La disposizione centrale del motore regalerà alla Corvette C8 una dinamica su strada molto più estrema e impegnativa della C7, a motore anteriore come tutte le generazioni precedenti, che diventerà così un'avversaria più ostica per le Ferrari 488 GTB, Lamborghini Huracan e soprattutto Ford GT, con la quale si contenderà il titolo di coupé statunitense di riferimento. La C8 dovrebbe esordire a gennaio 2018.

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Chevrolet , auto americane , rendering


Top