dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 20 ottobre 2016

Aston Martin AM-RB 001, stupisce con 2,7 mln di euro e non solo

L'hypercar britannica del 2018 scatta a 322 km/h e si ferma in 15 secondi, meglio della Bugatti

Aston Martin AM-RB 001, stupisce con 2,7 mln di euro e non solo
Galleria fotografica - Aston Martin Red Bull AM-RB 001Galleria fotografica - Aston Martin Red Bull AM-RB 001
  • Aston Martin Red Bull AM-RB 001 - anteprima 1
  • Aston Martin Red Bull AM-RB 001 - anteprima 2
  • Aston Martin Red Bull AM-RB 001 - anteprima 3
  • Aston Martin Red Bull AM-RB 001 - anteprima 4
  • Aston Martin Red Bull AM-RB 001 - anteprima 5
  • Aston Martin Red Bull AM-RB 001 - anteprima 6

La cosa forse non è apparsa evidente al momento della presentazione, ma sembra che il dominio di Ferrari, McLaren e Porsche nel regno delle hypercar stia per finire sotto i colpi dell'Aston Martin AM-RB 001, la sportiva futuribile che svela ora dati tecnici eccezionali. A fare nuove e golose anticipazioni sulle prestazioni mozzafiato della biposto britannica è proprio l'ingegnere Adrian Newey del team Red Bull Racing di Formula 1 che ne ha curato lo sviluppo. Il dato più impressionante, oltre ad un prezzo finale vicino ai 2,7 milioni di euro, è proprio quello del "0-200-0 mph", ovvero l'accelerazione da 0 a 322 km/h e frenata fino allo stop: 15 secondi! Trattandosi di un dato non proprio familiare a tutti ricordiamo solo che la Bugatti Veyron Super Sport impiegava 22,5 secondi per toccare i 300 km/h e fermarsi e che nella stessa prova la Koenigsegg One:1 ha un Guinness World Record di 17,95 secondi.

Intervistato da The Wall Street Journal, Newey ha anticipato anche la capacità dell'AM-RB 001 di toccare i 322 km/h da ferma in appena 10 secondi e di affrontare le curve con un'accelerazione laterale di 4g, quasi come una monoposto di F1. Il merito è di un'aerodinamica estrema in stile racing che garantisce quasi due tonnellate di carico verticale sulla vettura alla massima velocità e dell'effetto suolo in combinazione con le sospensioni attive. Dell'Aston Martin Red Bull 001 saranno prodotti 175 esemplari a partire dal 2018, di cui 150 stradali e 25 ancora più estremi per il solo utilizzo in pista. Il motore in posizione centrale sarà il V12 aspirato ad alti regimi di funzionamento abbinato ad una trasmissione tutta nuova, elementi che uniti ai materiali ultraleggeri conterrà il rapporto peso/potenza entro il valore di 1:1. La speciale linea di assemblaggio nello stabilimento di Gaydon sarà la stessa allestita per la prima hypercar della Casa britannica, l'Aston Martin One-77.

Autore:

Tag: Anticipazioni , Aston Martin , auto inglesi


Top