dalla Home

Attualità

pubblicato il 18 ottobre 2016

Apple Car bye bye, il progetto Titan è archiviato

Apple non costruirà un’auto elettrica, ma si concentrerà su tecnologie alla sua portata

Apple Car bye bye, il progetto Titan è archiviato
Galleria fotografica - L'Apple iCar sarà così?Galleria fotografica - L'Apple iCar sarà così?
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 1
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 2
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 3
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 4
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 5
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 6

Dopo tanti mesi spesi in un progetto ambizioso, la multinazionale Apple Inc. dice NO. La Apple Car non vedrà luce, almeno come a Cupertino si era stabilito tempo fa. La ragione di questo passo indietro è strutturale, considerando la tipologia di azienda che per ottenere un risultato soddisfacente avrebbe dovuto stanziare ben altre risorse nel progetto Titan (nome in codice dell’auto della mela). Il portavoce dell’azienda Tom Neumayr non si sbottona e taglia corto con un no comment. Centinaia di addetti ai lavori facenti parte del numeroso team relativo al progetto, come riporta Bloomberg, sono stati invitati a lasciar perdere, cambiando strada e abbandonando l’idea di un’auto elettrica con guida semi-autonoma. Ingegneri specializzati nella progettazione del software e altri addetti ai lavori immersi nel progetto Titan, è bene che aggiornino il CV o che cambino posizione all’interno dell’azienda.

I soldi di Apple non bastano

Fin dal principio è mancata la convinzione che contraddistingue l’azienda, la stessa macchina da guerra che ha rivoluzionato il mondo della connettività, ma che a quanto pare non ha le forze e la mentalità per costruire un’automobile. Sì, perché mettere le mani su un progetto già avviato ed apportare delle modifiche al riguardo è ben diverso rispetto a cominciare da zero, probabilmente senza sapere da dove partire. Ciò che Apple ha dalla sua è sicuramente un bel bottino, più di 200 miliardi di dollari. Soldi che sicuramente agevolano il primo passo per ogni progetto, ma con altrettanta certezza non bastano a garantire il successo in un mondo in cui l’esperienza di marchi automobilistici blasonati può fare la differenza.

Non il pacchetto completo, solo l’antipasto

Dell’eventuale appoggio da parte di brand leader nel mondo automotive nei confronti di Apple, vi avevamo già parlato. In alcune indiscrezioni recenti si era vociferato di un eventuale acquisto di McLaren da parte di Apple. Ma anche in questo caso si tratta di una voce senza seguito che lascia, in definitiva, la Apple sola e soprattutto senza speranze per portare a termine il progetto Titan. Molto più probabile è invece la volontà dell’azienda californiana di produrre sistemi complementari ad un’auto realizzate da terzi. Un via di fuga ben distante rispetto all’ambizioso progetto di mettere su strada un’auto made in Apple, faccenda di tutt’altro spessore. Sistemi di infotainment completamente connessi e addirittura innovative soluzioni per la guida autonoma rappresentano scenari più concreti, ma per il momento c’è un no secco alla costruzione dell’auto partendo da zero.

Autore: Lorenzo Catini

Tag: Attualità , auto elettrica


Top