dalla Home

Interviste

pubblicato il 18 ottobre 2016

Stephan Winkelmann, Audi Sport è un mondo di opportunità

"Il brand può e deve crescere": ecco come, secondo il CEO di Audi Sport

Stephan Winkelmann, Audi Sport è un mondo di opportunità
Galleria fotografica - Audi, i modelli R e RSGalleria fotografica - Audi, i modelli R e RS
  • Audi, i modelli R e RS 001 - anteprima 1
  • Audi, i modelli R e RS 002 - anteprima 2
  • Audi, i modelli R e RS 003 - anteprima 3
  • Audi, i modelli R e RS 004 - anteprima 4
  • Audi, i modelli R e RS 005 - anteprima 5
  • Audi, i modelli R e RS 006 - anteprima 6

Nella classifica (ovviamente immaginaria) dei manager dell'auto più invidiati, Stephan Winkelmann occupa stabilmente le prime posizioni ormai dal 2005, quando viene nominato CEO di Automobili Lamborghini. Un ruolo che ricopre fino a marzo del 2016, portando l'azienda di Sant'Agata Bolognese a livelli di produzione e di profittabilità mai raggiunti prima. Da marzo, appunto, cambio di casacca, ma sempre all'interno del Gruppo Volkswagen: Winkelmann diventa CEO di Audi Sport, che si occupa dello sviluppo, della produzione e della vendita dei modelli R ed RS, delle corse clienti, dei prodotti di lifestyle e dei veicoli dei clienti Audi exclusive.

OmniAuto.it: Quanta Lamborghini si può portare in Audi?
Stephan Winkelmann: "Quello che puoi portare è l'esperienza. Lì ho avuto l'opportunità più unica che rara di guidare un marchio che aveva tutte le potenzialità e le basi per fare tutto, ma che era ancora da formare. A Sant'Agata abbiamo creato qualcosa in cui tutti credevano. Di questa esperienza ho fatto tesoro e la posso utilizzare nel mio nuovo lavoro, perché anche qui parliamo di vetture sportive e della possibilità di creare un marchio globale, che fa forza su una base solida, ovvero il prodotto validissimo. Questa è un'azienda con un sacco di potenziale e che ha bisogno di rilancio: anche per questo le abbiamo cambiato il nome da Audi Quattro ad Audi Sport".

OmniAuto.it: Quali differenze d'approccio ci sono alle performance tra i due mondi?
Stephan Winkelmann: "Lamborghini sono auto da sogno, desideri di una vita che si realizzano, ma non automobili che ti servono e che non vengono quasi mai usate nel quotidiano. Le Audi RS invece sono perfette anche per l'uso quotidiano, a partire dalla forma".

OmniAuto.it: Quale ruolo può avere Audi Sport nel futuro elettrico annunciato dal Gruppo Volkswagen?
Stephan Winkelmann: "Questa è una delle cose su cui stiamo lavorando a livello di gamma prodotto, che deve rimanere di alta qualità e piacevole da possedere oltre che da guidare. Dobbiamo anche iniziare a considerare che i motori a scoppio sono sì il presente e il futuro sul quale continuare a investire, ma che in un domani ormai sempre più vicino il cliente e il legislatore ci porteranno - anche sulle auto sportive - in direzione della sostenibilità. Come sarà la nuova sportività? E' tutto da vedere: quale sarà la velocità, per quanto tempo la potrà sostenere, quale sarà l'autonomia e quale il peso… La sfida è tutta da giocare, le risposte da dare sono ancora tante, compresa quella sul modo di dare emozioni, oltre che performance".

OmniAuto.it: Come si può rendere ancora più speciale un'Audi RS o una R8?
Stephan Winkelmann: "Detto che la R8 è 'fuori' dalla gamma Audi ed è un'esclusiva di Audi Sport, le RS sono di base delle 'A' o delle 'Q' e per queste vetture dobbiamo concentrarci sui motori e sulle prestazioni, ma anche su tutto ciò che crea l'emozione: ogni volta, in questo campo, ci dobbiamo inventare qualcosa di nuovo".

OmniAuto.it: Quali sono i mercati più importanti per Audi Sport?
Stephan Winkelmann: "Partendo da Ovest, Nord America, Inghilterra, Germania, Svizzera, Sud Africa, Giappone e Australia; nella top ten c'è anche l'Italia, Paese in cui la propensione delle persone a comprare auto prestazionali è ben più alta del numero di auto vendute. Detto questo, per noi i numeri hanno un'importanza relativa: ciò che conta per noi è l'esclusività, il traino che i nostri prodotti possono avere sul resto della gamma. Ogni modello deve avere qualcosa di esclusivo".

OmniAuto.it: Avete realizzato qualche "follia" per personalizzare un'Audi RS?
Stephan Winkelmann: "Noi non andiamo a toccare la cilindrata dei motori né la forma della carrozzeria, lavoriamo sui colori, sui tessuti e sulle cuciture. Quindi richieste 'folli' non ne abbiamo mai esaudite. Posso dire che ho visto foto di parecchie personalizzazioni. Alcune interessanti, altre… 'Forti', diciamo così".

Autore:

Tag: Interviste , Audi , auto europee , interviste


Top