dalla Home

Test

pubblicato il 1 novembre 2016

McLaren 570 GT, cosa significa “per tutti i giorni”? [VIDEO]

In quanto granturismo, l’inglese è fatta per essere usata ogni giorno, anche in città…

Galleria fotografica - McLaren 570GTGalleria fotografica - McLaren 570GT
  • McLaren 570GT - anteprima 1
  • McLaren 570GT - anteprima 2
  • McLaren 570GT - anteprima 3
  • McLaren 570GT - anteprima 4
  • McLaren 570GT - anteprima 5
  • McLaren 570GT - anteprima 6

Non c'è bisogno di essere appassionati per sapere che McLaren significa auto sportive. Anzi, di più: l'associazione che viene più naturale fare è con la Formula 1, con Ayrton Senna in particolare. Se si parla invece di stradali, non si può non pensare alla mitica F1 di Gordon Murray, quella con posto guida centrale e motore V12 aspirato BMW. Invece, da qualche anno ormai, McLaren è qualcosa di più. E' un marchio che ha deciso di diventare un costruttore vero, sempre di nicchia, ma con un'offerta più ampia.

Com'è

Innanzitutto, il nome: 570 sono i CV erogati dal motore V8 3.8 biturbo. GT significa invece granturismo. Quindi prestazioni sì, in abbondanza anche, ma sfruttabili ogni giorno. E da tutti. Come si fa a mettere insieme tutto ciò? Prima di tutto con un assetto ingentilito: le molle sono più morbide del 15% all'avantreno e del 10% al retrotreno. Poi si lavora anche sull'estetica: in McLaren hanno "limato" appendici e spoiler e il risultato è che la 570 GT appare meno cattiva, meno estrema. Anzi, a tratti ha pure l'aria di voler far "pesare" il suo status di supercar: prendete il lunotto incernierato lateralmente. Perfetto per caricare le sacche da golf, mentre i "comuni mortali" riempiono i loro bagagliai con i sacchetti della spesa. Diverso anche l'alettone posteriore, che qui si limita a uno spoiler poco più che accennato, senza eccessi racing. Tornando al lunotto, si tratta di un'apertura che ha la funzione di dare accesso allo spazio che è stato ricavato dietro ai sedili (e che sulle altre McLaren non c'è) e che si va ad aggiungere ai 220 litri del vano anteriore. Comodo è comodo, anche per caricarci… La spesa. Sì ho fatto anche questo e a livello di spazio e accessibilità non ci si può lamentare, considerando che si tratta comunque di una supercar. Molto granturismo, la 570 GT lo è anche dentro: la pelle integrale che riveste l'abitacolo è il primo indizio, ma anche la cintura di sicurezza "normale" (non a quattro punti come quella della 675 LT) e l'impianto stereo con 8 altoparlanti fanno capire come vuole essere usata questa macchina.

Come va

Una McLaren, per quanto granturismo, si sente a casa sua tra le curve, su strade panoramiche al mare o in montagna. In un contesto di questo tipo l'ho guidata nella primavera scorsa sulle strade del Teide, il vulcano di Tenerife. In questo caso no, l'ho "obbligata" nel traffico di Milano. Nel traffico dell'ora di punta di una mattina di lavoro, quando è più il tempo che passi fermo ai semafori di quello in movimento. E in questa situazione il cambio a doppia frizione e sette marce non è che sia proprio da granturismo rilassatissima. Avete presente quando siete quasi fermi al semaforo rosso, che poi diventa verde e dovete ripartire? Ecco, in queste situazioni c'è qualche strappo che tradisce le origini da corsa di questa macchina. Molto meglio del previsto sullo sconnesso, sui dossi e sui binari del tram, dove si soffre solo quando le buche sono davvero profonde (ma non si possono pretendere miracoli), mentre in tutte le altre situazioni si viaggia quasi come sul velluto. Il merito è anche dell'estrema rigidità del telaio MonoCell II relizzato in fibra di carbonio, che permette alle sospensioni di lavorare al meglio e di smorzare le vibrazioni. Quanto al motore, su una GT la coppia è l'elemento più importante: qui ce n'è in abbondanza - 600 Nm - ma è erogata fra 5.000 e 6.000 giri forse un po' troppo in alto per viaggiare nel completo relax.

Quanto costa

Tanto: 200.500 euro. Ma queste sono le cifre quando si parla di supercar: la sua rivale più diretta, la Porsche 911 Turbo S, costa 201.180. Non bisogna commettere l'errore invece di considerare la 570 GT una McLaren come tutte le altre, solo leggermente diversa nell'estetica e nel fine tuning, perché anche Porsche, per esempio, dalla 911 tira fuori di tutto. E nessuno può dire che la GT3 RS sia uguale alla Turbo.

Scheda

Quando arriva: fine 2016
Quanto costa: 200.500 euro
Quanti CV ha: 570 CV
Quanto consuma (combinato): 10,7 l/100 km
Quanta CO2 emette: 249 g/km
0-100 km/h: 3,4 secondi
Velocità massima: 328 km/h
Garanzia: 2 anni km illimitati

Autore: Adriano Tosi

Tag: Test , McLaren , auto inglesi


Top