dalla Home

Eventi

pubblicato il 17 ottobre 2016

Salone di Parigi, arrivederci al 2018

I visitatori sono stati meno che in passato, ma online ci avete seguito in tantissimi. La Alfa Romeo Giulia Veloce è stata la più cliccata

Salone di Parigi, arrivederci al 2018
Galleria fotografica - Salone di Parigi 2016Galleria fotografica - Salone di Parigi 2016
  • Salone di Parigi 2016 - anteprima 1
  • Salone di Parigi 2016 012 - anteprima 2
  • Salone di Parigi 2016 - anteprima 3
  • Salone di Parigi 2016 - anteprima 4
  • Salone di Parigi 2016 009 - anteprima 5
  • Salone di Parigi 2016 007 - anteprima 6

Dopo due settimane il Salone di Parigi si è concluso, con un po' meno visitatori rispetto all'edizione precedente nel 2014 (stavolta ci sono state 1,1 milioni di persone, -14%), ma praticamente tutti si sono detti soddisfatti (93%) e in molti prevedono di comprare un’auto nuova entro un anno (33%). Per alcuni era persino la prima volta ad una manifestazione del genere (33%) e la maggior parte erano giovani (la maggior parte aveva meno di 50 anni); anche le donne sono state di più che in passato (25%), segno che l'auto continua ad attirare le nuove generazioni e che anche il pubblico femminile si sta avvicinando a questo settore. A pesare sull'affluenza infatti sarebbe stata, dicono gli organizzatori, la paura degli attentati, che in generale ha fatto crollare la partecipazione ad eventi pubblici nella capitale francese tra il 15% e il 30%. Bisogna anche considerare però che le novità “golose” non erano molte. I modelli al debutto erano 140, ovvero il 50% in più dell’edizione precedente, tuttavia diversi marchi erano assenti e in particolare sono mancati brand dal forte richiamo evocativo per gli appassionati come Aston Martin, Bentley, Bugatti, Lamborghini, McLaren e Rolls Royce… Per sapere quali sono state le auto che più hanno incuriosito i lettori invece basta guardare il nostro speciale.

Qui trovate la lista delle 10 auto più cliccate del 2016, dominata dalla Alfa Romeo Giulia Veloce. Se infatti il pubblico che fisicamente si è recato al centro espositivo di Porte de Versailles era in lieve calo, quello online è rimasto stabile e come sempre ci avete seguito numerosi anche su YouTube e Facebook, dove per la prima volta vi abbiamo raccontato la kermesse anche in diretta. Dopo la Giulia, le auto più seguite sono state la nuova Audi Q5 (qui il video), pronta a sfidare la Alfa Romeo Stelvio che sarà presentata al Salone di Los Angeles a novembre, e la Toyota C-HR (qui il video). I SUV infatti sono ancora sulla cresta dell'onda. Cliccatissimo anche l'articolo in cui vi abbiamo anticipato la plancia della Volkswagen Golf restyling, che come la Stelvio sarà svelata in California. Tra i post più popolari su Facebook c'è stato quello sull'Alfa Giulia Q2 (quasi 800 like), il video in cui Giuliano vi ha raccontato del ritorno della sigla del bloccaggio del differenziale posteriore, ora compreso nel Performance Pack, ha superato le 70mila visualizzazioni. In questo link trovate la playlist del Salone di Parigi, con tutti i live dei nostri inviati Giuliano e Andrea e le interviste in 60 secondi di Andrea Fiorello. Il prossimo appuntamento con Parigi è fissato per il 2018, l’anno prossimo - come sempre - ci sarà il Salone di Francoforte, in programma dal 14 al 24 settembre.

Autore: Redazione

Tag: Eventi , parigi


Top