dalla Home

Eventi

pubblicato il 12 ottobre 2016

Dossier Auto Moto d'Epoca 2016

Auto e Moto d'Epoca, la carica delle francesi: ecco le foto

Dal 20 al 23 ottobre il gruppo PSA si prepara a mostrare il meglio della sua produzione storica

Auto e Moto d'Epoca, la carica delle francesi: ecco le foto
Galleria fotografica - Auto e moto d'Epoca, le francesi di PSAGalleria fotografica - Auto e moto d'Epoca, le francesi di PSA
  • Citroen 2CV Soleil - anteprima 1
  • Citroen 2CV Soleil - anteprima 2
  • Citroen Mehari - anteprima 3
  • Citroen Mehari - anteprima 4
  • Citroen C3 2016 - anteprima 5
  • Citroen C3 2016 - anteprima 6

Mancano ormai pochi giorni alla 33esima edizione 2016 di Auto e Moto d'Epoca, l'appuntamento annuale che vede protagonisti modelli di ieri e di oggi alla Fiera di Padova. L'inaugurazione è in programma per il 20 ottobre, giorno nel quale gli stand di 16 marchi internazionali, insieme a decine di club, saranno aperti al pubblico. Tra questi c'è il gruppo PSA, pronto a "rispolverare" il meglio delle auto presentate nel corso degli scorsi decenni.

Citroen, 2CV Soleil e Mehari per celebrare la sua originalità

Niente ricercatezze quest'anno per le auto scelte dal Double Chevron, quelle sono lasciate a DS. Citroen preferisce puntare piuttosto sull'audacia e sulla stravaganza dei suoi modelli. Alla kermesse padovana saranno infatti presenti una 2CV Soleil e una Mehari. La prima, basata su una versione Club del 1982, è un esemplare unico realizzato da Citroen Italia nel 2015 in collaborazione con il designer e grafico francese Serge Gevin sulla base di una versione Club del 1982 (e noi l'abbiamo provata nel nostro #perchécomprarlaclassic). La seconda, la Mehari, è diventata ormai un'icona: carrozzeria in plastica, colori sgargianti e un abitacolo in grado di trasformarsi in quello di una spider, di una cabriolet, di un pick-up o di una vera e propria "spiaggina" sprovvista di portiere e parabrezza. La versione esposta a Padova avrà i colori bianco e blu della serie "Azur". Non mancherà uno sguardo al futuro, quello più prossimo, perché sarà presente anche la nuova Citroen C3, l'utilitaria che abbiamo potuto vedere più da vicino al Salone di Parigi e che sarà in vendita da novembre.

DS punta sulla classe

Non è un mistero che, da quando è diventato indipendente da Citroen, il brand DS voglia puntare sull'eleganza e sulla raffinatezza dei suoi prodotti "premium". In un'ottica di coerenza quindi, accanto all'ammiraglia DS 5 in versione ibrida e 4x4, nello stand francese saranno esposte una DS19 del 1959 e una DS21 Prestige Pallas del 1966. La DS19 si distinguerà sicuramente per la sua combinazione cromatica (carrozzeria rossa, tetto e cerchi azzurri e interni verde acqua), a dimostrazione delle vaste possibilità di personalizzazione offerte già da più di mezzo secolo. La DS21 è invece un'auto che ha fatto scuola per contenuti tecnologici ed innovativi: già nel 1959 offriva il radiotelefono di serie. La versione Prestige, poi, era quella più "lussuosa", visto che era dotata di una separazione interna tra parte anteriore e posteriore dell'abitacolo, dove si trovavano anche dei tavolini estraibili e i comandi a distanza per radio e climatizzazione.

Peugeot, una flotta di decappottabili

Il tema scelto dalla Casa del Leone per l'Auto e Moto d'Epoca 2016 è "il vento tra i capelli": sono infatti ben tre i modelli cabriolet che espone a Padova, a cominciare da una 402 Eclipse degli anni '30 arrivando alle 205 CTi e 205 CTi Gutmann degli anni '80. La 402 Eclipse è stata la prima vettura coupé-cabriolet e ora è un modello talmente raro ed ambito che raggiunge un valore di 300.000 euro. La 205 CTi del 1984 è in parte è anche italiana, visto che è stata allestita dal torinese Pininfarina. La 205 CTi Gutmann è una versione "incattivita" proprio della 205 CTi, rivista dal tuner tedesco che porta la potenza da 130 a 160 CV.

Autore: Redazione

Tag: Eventi , auto europee , auto storiche


Top