dalla Home

Eventi

pubblicato il 10 ottobre 2016

Parco Valentino, l'edizione 2017 sarà internazionale

Il Salone dell'auto all'aperto di Torino promette una terza edizione da record, con più visitatori e stand più grandi

Parco Valentino, l'edizione 2017 sarà internazionale
Galleria fotografica - Parco Valentino, Torino - Salone e Gran Premio 2015Galleria fotografica - Parco Valentino, Torino - Salone e Gran Premio 2015
  • Parco Valentino, Torino - Salone e Gran Premio 2015 - anteprima 1
  • Parco Valentino, Torino - Salone e Gran Premio 2015 - anteprima 2
  • Parco Valentino, Torino - Salone e Gran Premio 2015 - anteprima 3
  • Parco Valentino, Torino - Salone e Gran Premio 2015 - anteprima 4
  • Parco Valentino, Torino - Salone e Gran Premio 2015 - anteprima 5
  • Parco Valentino, Torino - Salone e Gran Premio 2015 - anteprima 6

È cominciato bene sin dalla prima edizione nel 2015, è proseguito meglio nel 2016 con un'affluenza record di 650.000 visitatori e per il 2017 Parco Valentino, il Salone dell'auto all'aperto di Torino, punta alle 7-800.000 persone e si prepara a fare un grande salto in termini soprattutto d'immagine, con un nuovo logo e un aggettivo inedito che dice molto sulle sue ambizioni: International.

Il Salone del Design

"Il Salone dell'auto di Torino ha tutte le carte in regola per diventare un evento automotive internazionale e con quest'ottica presentiamo il nostro nuovo logo istituzionale, con il quale intendiamo affermarci oltre i confini italiani, grazie al supporto del nostro fiore all'occhiello, i Designer" ha dichiarato il presidente Andrea Levy alla presentazione ufficiale della terza edizione di Parco Valentino, che si svolgerà dal 7 all'11 giugno dell'anno prossimo e come da tradizione culminerà la domenica nel Gran Premio di supercar e pezzi unici fino alla Reggia di Venaria. "A noi Designer è stata dato un ruolo importante in questo salone e in quanto progettisti di oggetti che vivono nelle città, è nostro compito realizzare auto permeabili alle esigenze della gente, specie quelle di compatibilità con l'ambiente", ha detto a OmniAuto.it Umberto Palermo, il CEO di Up Design e Mole Automobiles, anticipando quattro novità firmate Mole al prossimo Parco Valentino. "Arrivati alla terza edizione, possiamo dire ufficialmente che quello di Torino è il salone nazionale e internazionale dell'automobile italiano, con una formula nuova e aperta al pubblico, perché bisogna ricordare che le automobili le compra la gente", ha aggiunto Palermo.

Il Salone della gente

Al Parco Valentino le persone sono al centro di tutto, quindi, per questo l'idea di base di un evento gratuito e ad accesso libero resta. Le novità per il 2017, però, sono tante, due quelle principali: la prima è il biglietto elettronico gratuito (si può già fare sul sito
www.parcovalentino.com), che permetterà di accedere alle tante attività del Parco Valentino - tra cui sono confermati i test drive - e di evitare per quanto possibile le code capitate negli anni scorsi. L'altra sono i nuovi stand, pensati per rendere le automobili ancora più protagoniste tra la gente: invece delle pedane con le singole auto viste finora, l'anno prossimo ogni marchio avrà uno stand coperto solo in alto e aperto su tutti i lati. Qui costruttori e carrozzieri potranno ospitare fino a 4 auto, come l'anno scorso, ma su una superficie più ampia del passato, che permetterà a più persone di avvicinarsi alle auto per scoprirle da vicino.

Più di 50 marchi

Alla conferenza stampa di presentazione Levy ha anticipato altre novità dell'edizione 2017 che promettono un altro anno di successo per il Parco Valentino: i marchi presenti saranno oltre 50, il Salone abbraccerà sempre più tutta la città grazie a eventi e postazioni in tante parti di Torino - tra cui la leggendaria fabbrica del Lingotto - e l'ASI (Automotoclub Storico Italiano) esporrà al pubblico la collezione di capolavori della Carrozzeria Bertone acquistata l'anno scorso. Abbiamo chiesto al presidente Andrea Levy di dare ai lettori di OmniAuto.it dei buoni motivi per partecipare alla terza edizione del Parco Valentino ed ecco cosa ci ha risposto: "Perché ci saranno più centri stile, più novità provenienti da protagonisti vecchi e nuovi, oltre a stand più grandi; sarà possibile avere un incontro diretto con le auto e magari anche con i loro designer, in una location meravigliosa e un ambiente perfetto per allargare la propria passione anche al resto della famiglia".

Autore: Andrea Fiorello

Tag: Eventi , dalla rete , raduni


Top