dalla Home

Live

pubblicato il 7 ottobre 2016

Salone di Parigi, Tesla Model S P100D e Model X [VIDEO]

Il costruttore introduce un corposo aggiornamento al software di guida autonoma. Assente il prototipo della Model 3

Galleria fotografica - Tesla al Salone di Parigi 2016Galleria fotografica - Tesla al Salone di Parigi 2016
  • Tesla al Salone di Parigi 2016 - anteprima 1
  • Tesla al Salone di Parigi 2016 - anteprima 2
  • Tesla al Salone di Parigi 2016 - anteprima 3
  • Tesla al Salone di Parigi 2016 - anteprima 4
  • Tesla al Salone di Parigi 2016 - anteprima 5
  • Tesla al Salone di Parigi 2016 - anteprima 6

Il restyling, perlomeno per la Model S, era già arrivato ad aprile 2016. L'aggiornamento che ha interessato la grande berlina elettrica e il SUV Model X e che è stato introdotto al Salone di Parigi è un vero e proprio "update" a livello di software, nello specifico quello dell'Autopilot (così chiamano in Tesla il sistema di guida semi-autonoma). La versione 8.0 dell'assistente alla guida porta con sé diverse novità, la più importante delle quali è sicuramente il fatto che il radar di cui le auto sono dotate diventa lo strumento di monitoraggio primario dell'ambiente circostante in fase di marcia, mentre prima questa funzione era principalmente appannaggio delle telecamere. Il radar, che continua a lavorare in sinergia con ultrasuoni, GPS e le stesse videocamere, garantisce adesso un raggio di scansione superiore e, in abbinamento ai dati che il computer di bordo riceve tramite rete Internet, riesce persino a riconoscere in anticipo eventuali ostacoli e quindi a preparare in anticipo le manovre correttive. La Model S ora è disponibile anche in versione P100D, e cioè con un nuovo pacco batteria da 100 kWh in grado di farla accelerare da 0 a 100 km/h in soli 2,5 secondi e di farle percorrere circa 600 km con una "carica".

La Model S, proprio con il restyling dello scorso aprile, ha cambiato "muso": ora fa a meno della calandra nera e il design è più minimale ed elegante. La pulizia delle linee è consentita dal fatto che in realtà il cofano anteriore non ospita il propulsore termico e perciò non sono necessarie prese d'aria di grandi dimensioni. Lo stile dell'anteriore è preso in prestito da quello della Model X, la grossa crossover da sette posti caratterizzata dalle Falcon Doors automatiche, dotate di sensori e in grado di aprirsi anche in spazi molto stretti. All'interno della gamma Tesla resta l'ormai iconico tablet verticale, tramite il quale si controllano tutte le funzioni dell'auto comprese quelle dell'infotainment. Assente infine la Model 3, la berlina di segmento C che mira a rivoluzionare il mercato delle vetture elettriche che è stata presentata lo scorso marzo ma che verrà consegnata (secondo i piani di Elon Musk) a partire da fine 2017.

Autore: Redazione

Tag: Live , Tesla Motors , auto elettrica , parigi


Top