dalla Home

Tuning

pubblicato il 7 ottobre 2016

Hyundai Santa Fe, due elaborazioni per il SEMA 2016

I preparatori Rockstar e Bisimoto regalano nuovo smalto al SUV coreano: uno è per il fuoristrada, l’altro per le corse

Hyundai Santa Fe, due elaborazioni per il SEMA 2016
Galleria fotografica - Hyundai Santa Fe elaborazioni SEMAGalleria fotografica - Hyundai Santa Fe elaborazioni SEMA
  • Hyundai Santa Fe elaborazioni SEMA 001 - anteprima 1
  • Hyundai Santa Fe elaborazioni SEMA 002 - anteprima 2
  • Hyundai Santa Fe elaborazioni SEMA 003 - anteprima 3
  • Hyundai Santa Fe elaborazioni SEMA 004 - anteprima 4
  • Hyundai Santa Fe elaborazioni SEMA 005 - anteprima 5
  • Hyundai Santa Fe elaborazioni SEMA 006 - anteprima 6

Gli ultimi mesi dell’anno sono un periodo sempre ricco di novità per il mercato dell’automobile: fino al 16 ottobre è in programma il Salone di Parigi, iniziato il 1 di questo mese, mentre il 18 novembre inizierà quello di Los Angeles. Nel mentre si svolgerà il SEMA di Las Vegas, dal 1 al 4 novembre, ovvero la principale rassegna al mondo dedicata ai settori del tuning e della personalizzazione. Hyundai è fra le prime case ad annunciare i modelli esposti, entrambi basati sulla Santa Fe, ma il loro aspetto esterno ha pochi elementi in comune: la Rockstar Santa Fe Concept ha ruote tassellate e un’altezza da terra ideale per il fuoristrada, la Santa-Fast è ribassata e adotta un motore da oltre 1.000 CV.

Con la Rockstar vai ovunque

I due esemplari sono stati realizzati dalla filiale statunitense del marchio insieme ai preparatori Rockstar e Bisimoto. Nel primo caso la Santa Fe adotta un impianto frenante maggiorato, sospensioni rialzate, cerchi da 17 pollici e ruote da 35, protezioni sotto i paraurti e un sistema di illuminazione più efficace: sopra il parabrezza è installato un grosso faro a led, mentre le luci anteriori e posteriori hanno un disegno specifico. Nuovi sono anche l’impianto di scarico, quello di raffreddamento e la batteria, ma l’intervento più inusuale è l’aggiunta del sistema di iniezione al protossido d’azoto: il motore V6 3.3 guadagna così un surplus di potenza da utilizzare nelle manovre più complesse, ma Hyundai non ha diffuso i numeri esatti.

La Santa-Fast è per le gare di accelerazione

La potenza è nota invece per la Hyundai Santa-Fast: il motore è un V6 da 3.8 litri, progettato da Bisimoto e sovralimentato con due turbo, che impiega numerosi componenti semi-artigianali e sviluppa 1.054 CV. Il preparatore ha installato poi il differenziale autobloccante della berlina Equus, il cambio manuale a 6 rapporti della Genesis R-Spec e ruote da 19 pollici, ma è intervenuto anche sul telaio, sull’assetto e nell’abitacolo: all’interno si trovano sedili a guscio e una gabbia di protezione. Elaborazioni di questo genere servono per dare visibilità ad un modello e renderlo più accattivante al pubblico.

Autore: Redazione

Tag: Tuning , Hyundai , auto coreane , tuning


Top