dalla Home

Home » Argomenti » Multe e Ricorsi

pubblicato il 10 ottobre 2016

Prestare l’auto e ricevere multe a casa, cosa fare

Vi spieghiamo come comportarsi in caso di verbale per infrazioni commesse da altri

Prestare l’auto e ricevere multe a casa, cosa fare

Lei si nasconde nella cassetta delle lettere di casa. È sottile, verdognola (di un colore orribile), e quando la scorgete incute subito timore: è la multa per infrazione da Codice della Strada. Prima di controllare il contenuto, se siete gli unici guidatori della vostra auto, fate al volo due conti cercando di intuire quando e dove abbiate commesso un'infrazione; se invece prestate la macchina ad altri (coniuge, partner, figli o altri), le cose si complicano: chissà quale telecamera avrà mai immortalato la vostra vettura mentre correva troppo o passava col semaforo rosso. Vediamo che fare proprio in questo secondo caso: una multa per una violazione commessa da altri, mentre erano al volante della vostra macchina.

Tre mosse per evitare "legnate"

1# Punti. Anzitutto, verificate se si tratta di un'infrazione con la sola sanzione in euro: va pagata. Eventualmente, se ritenete opportuno, troverete un "accordo economico" con l'effettivo trasgressore. Ma siete responsabili di quel che accade al vostro veicolo, sempre, e delle violazioni che commette. Se invece si tratta di un'infrazione col taglio di punti (per esempio, il passaggio col rosso o un forte eccesso di velocità), allora dovrete anche comunicare alle Forze dell'ordine il nome del guidatore: chi era al volante nell'istante in cui l'occhio elettronico ha scattato la foto.

2# Il nome. Se fornite i dati alla Polizia, il conducente indicato subirà il taglio di punti della patente: dovrete solo pagare la sanzione in euro. Invece, se non indicate nessun guidatore, non ci sarà nessuna sottrazione di punteggio; però vi arriverà a casa una seconda multa: è il verbale supplementare. Di quanto? Attorno ai 300 euro, spese di spedizione incluse.

3# "Stangata". Per restare all'esempio del semaforo rosso, pagherete la multa di circa 170 euro (spese di notifica), più il verbale supplementare di 300 euro per mancata indicazione dei dati del guidatore. Totale: 470 euro! Volendo, potete pagare con il 30% di sconto tutte le multe. Purché siate rapidi: avete 5 giorni dalla notifica.

Una norma misteriosa

Da quando la patente a punti è nata (luglio 2003), si discute di una norma soggetta a mille interpretazioni. In teoria, voi proprietari dell'auto che ricevete a casa una multa col taglio di punti-patente, potete non comunicare alla Polizia il nome del guidatore a una condizione: se avete un "giustificato e documentato motivo". Già, ma cosa vuol dire questa espressione? Mistero. Azzardiamo una delle tante ipotesi: in un viaggio dalle Alpi alla Calabria, vi alternate al volante con tutti i passeggeri; poi vi arriva a casa una multa da Tutor e non rammentate chi fosse alla guida in quel preciso tratto di autostrada. Resta tuttavia un guaio: l'impossibilità di dimostrare che, in quel viaggio, l'auto trasportasse più persone...

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , multe


Top