dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 30 settembre 2016

Nuova Audi A1, spalle da SUV

L’utilitaria verrà sostituita nel 2018 e riprenderà lo stile della Q2, in particolare sulla fiancata

Nuova Audi A1, spalle da SUV
Galleria fotografica - Nuova Audi A1, il renderingGalleria fotografica - Nuova Audi A1, il rendering
  • Nuova Audi A1, il rendering - anteprima 1
  • Nuova Audi A1, il rendering - anteprima 2
  • Nuova Audi A1, il rendering - anteprima 3
  • Nuova Audi A1, il rendering - anteprima 4
  • Nuova Audi A1, il rendering - anteprima 5
  • Nuova Audi A1, il rendering - anteprima 6

Il 2016 verrà ricordato come un anno di relativa tranquillità per il mercato delle compatte, in seguito all’esordio di poche novità assolute e al lungo periodo di empasse che da tempo non si verificava. La situazione è destinata però a cambiare nel 2017: per prima arriverà sul mercato la nuova Kia Rio e poi verranno lanciate le Ford Fiesta e Volkswagen Polo, ovvero tre pesi massimi che influenzeranno le scelte di molti automobilisti europei. Questi modelli sono tutti avversari della nuova Audi A1, attesa nel 2018, che riprenderà la formula della generazione sul mercato e diventerà ancor più sofisticata. Il suo aspetto noi lo ricostruiamo così, basandoci su quanto emerso finora in rete.

Faccia da A5 e fianchi da Q2

In precedenza abbiamo utilizzato il termine "avversarie", che però non si rivela del tutto corretto: la A1 rimane un modello di tipo premium, più costoso e curato, per quanto abbia le stesse dimensioni (sarà lunga circa 4 m) e motori analoghi alle automobili citate finora. E’ più corretto paragonarla alle DS3 e MINI. L’estetica cambierà in accordo alle ultime tendenze dei Quattro Anelli, introdotte dalla A4 e poi riprese dalle A5: i fanali sono pertanto all’insù, la griglia ha una forma ad esagono e il cofano diventa più tridimensionale, grazie alla presenza di vistose nervature. La linea della fiancata e il taglio del montante posteriore si ispirano invece alla Q2, dando così all’auto un look più grintoso e d’impatto.

La vedremo ancora a 3 porte?

La principale novità a livello di gamma interessa la versione a 3 porte, che dovrebbe venir sacrificata sull’altare della praticità: i modelli a 3 porte, come abbiamo scritto in passato, non riscuotono più un grande successo di pubblico e vengono sempre più di frequente eliminate dai listini. L’Audi A1 del 2018 doverbbe utilizzare una versione accorciata della base meccanica MQB, la stessa della nuova Polo, predisposta per abbinarsi a motori di vario genere: ovviamente non mancheranno i tradizionali benzina TSI e diesel TDI, anche a tre cilindri, ma sarà presente anche una variante ibrida. La dotazione sarà composta dalle più recenti tecnologie in materia di sicurezza e assistenza alla guida, imprescindibili su una vettura dalla vocazione premium.

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Audi , auto europee , dalla rete


Top