dalla Home

Attualità

pubblicato il 26 settembre 2016

Renault-Nissan, auto connesse con Microsoft

Il cloud Azure farà da contenitore per le informazioni di cui i modelli intelligenti avranno bisogno

Renault-Nissan, auto connesse con Microsoft
Galleria fotografica - Nuova Nissan Serena con ProPilotGalleria fotografica - Nuova Nissan Serena con ProPilot
  • Nuova Nissan Serena con ProPilot - anteprima 1
  • Nuova Nissan Serena con ProPilot - anteprima 2
  • Nuova Nissan Serena con ProPilot - anteprima 3
  • Nuova Nissan Serena con ProPilot - anteprima 4
  • Nuova Nissan Serena con ProPilot - anteprima 5
  • Nuova Nissan Serena con ProPilot - anteprima 6

L’Alleanza Renault-Nissan sceglie Microsoft. E viceversa. Doveva essere la sfida del secolo. Le Case automobilistiche da una parte e i colossi dell’hi-tech dall’altra. Un duello che avrebbe visto un solo vincitore. Invece, si sta delineando sempre più come un intreccio fittissimo di alleanze, joint-venture, scambi di competenze e conoscenze. Per fortuna, verrebbe da dire, per il bene di tutti, in primis di chi in quelle aziende ci lavora. O forse, più concretamente, era ovvio che finisse così, perché per le Case automobilistiche il supporto dei giganti dell’informatica è condizione imprescindibile per restare al passo con gli smartphone e tutto ciò che li riguarda. Per chi invece ha sempre fatto computer, stampanti e smartphone, oppure si è occupata di servizi software, pensare non tanto di progettare, quanto di industrializzare un veicolo partendo da zero era una sorta di mission impossible. Qualcosa che non si poteva risolvere nemmeno con l’algoritmo più formidabile della storia.

Migliorare la qualità della vita

Entro il 2020 l’alleanza fra Renault e Nissan ha in programma di lanciare oltre 10 modelli a guida autonoma (tra i primi, Nissan Leaf e Serena), studiati per migliorare la qualità della vita a bordo e far fruttare il maggior il tempo libero a disposizione degli automobilisti. Per raggiungere questi obiettivi Renault e Nissan hanno bisogno di sviluppare un’infrastruttura per la guida connessa, dove raccogliere dati e custodire informazioni, approfittando dei servizi multimediali che le automobili del futuro saranno capaci di elaborare. La collaborazione annunciata oggi con Microsoft va in questo senso: sviluppare servizi connessi e sfruttare la piattaforma Microsoft Azure, che servirà ad esempio per aggiornare i sistemi di bordo da casa, controllare da remoto le funzioni dell’auto e programmare in anticipo gli interventi di manutenzione. Il settore dell’auto connessa è ancora alle origine, ma l’accordo fra Renault-Nissan e Microsoft dimostra come la materia sia tenuta in grande considerazione.

Un "bunker" elettronico per la massima sicurezza

Microsoft Azure è un gigantesco contenitore online, attivo su scala globale, molto sicuro e capace di interagire con differenti linguaggi di programmazione, sistemi operativi e strumenti in possesso delle case automobilistiche. Al suo interno verranno custodite le informazioni di cui le auto connesse avranno bisogno. Fra queste ci sono le indicazioni relative al percorso da seguire ogni mattina, i dati bancari da associare ad uno strumento per il pagamento veloce e informazioni sugli aggiornamenti, come ad esempio l’ultima versione del sistema per la guida autonoma (come già avviene sulle Tesla "autonome") e le applicazioni per evitare gli incidenti. Il conducente non dovrà inserirle ogni volta ma solo dare l’assenso attraverso il sistema multimediale. Tramite le informazioni raccolte nel cloud si potrà inoltre controllare l’auto a distanza, rintracciarla dopo un furto e raccogliere dati su segnalazioni da inviare alla casa madre, che potrà intervenire di conseguenza.

Galleria fotografica - Nissan Intelligent Driving 2015Galleria fotografica - Nissan Intelligent Driving 2015
  • Nissan Intelligent Driving 2015 - anteprima 1
  • Nissan Intelligent Driving 2015 - anteprima 2
  • Nissan Intelligent Driving 2015 - anteprima 3
  • Nissan Intelligent Driving 2015 - anteprima 4
  • Nissan Intelligent Driving 2015 - anteprima 5
  • Nissan Intelligent Driving 2015 - anteprima 6

Autore: Redazione

Tag: Attualità , auto europee , auto giapponesi , guida autonoma , infrastrutture , usa


Top