dalla Home

Curiosità

pubblicato il 22 settembre 2016

Harley Davidson Street Glide 2017, una piccola rivoluzione

Non cambia nell'estetica, ma incastonato nel telaio c'è il nuovo motore Milwaukee-Eight a 8 valvole

Harley Davidson Street Glide 2017, una piccola rivoluzione

Innovazione e tecnologia sono concetti che in Harley-Davidson acquistano un significato particolare. Per molti le moto di Milwaukee sono "vecchie" e non rispecchiano le tendenze del mercato, ma la verità è che l'evoluzione di questo marchio segue una strada a parte, che non ha bisogno delle mode del momento per convincere gli acquirenti. Così capita che nel 2016 Harley decida - per la prima volta nella sua storia - di montare un motore a 8 valvole sulle sue moto di punta, quelle della serie Touring, ma si guarda bene dal non enfatizzare il cambiamento mantenendo un design meccanico molto simile al passato e l'estetica dei modelli praticamente invariata. La Street Glide 2017 che OmniMoto.it avuto modo di provare in USA con il nuovo motore vibra in modo diverso, il suono dell'8 valvole è più moderno ma in linea con la tradizione.

La coppia è decisamente cresciuta, la potenza un po' meno ma fa molto piacere quella spinta extra che si riceve ad ogni manata di gas, costante e morbida per tutta la prima parte del contagiri, mentre viene finalmente limitato il surriscaldamente e scongiurato "l'effetto forno" quando si viaggia a bassa velocità e con temperature alte. L'altro grosso passo avanti è stato fatto dalle sospensioni, con forcella Showa e ammortizzatori con tecnologia ad emulsione, regolabili nel precarico senza l’utilizzo di attrezzi. Ora le asperità vengono assorbite molto meglio e la guida ne giova, con minor effetto beccheggio e più solidità in ingresso curva, che aumenta non poco il piacere di guida. Chi conosce un po' le Harley sa che tutti questi aspetti migliorati sono sempre stati i punti critici delle Touring americane, quindi è stato fatto un ottimo lavoro che non può che soddisfare sia i mototuristi veri che gli harleysti più integerrimi. Il test completo potete leggerlo qui.

Autore: Michele Lallai

Tag: Curiosità , moto


Top