dalla Home

Novità

pubblicato il 21 settembre 2016

MINI Clubman John Cooper Works, 231 CV e trazione integrale

L'inglese ha tutto per le famiglie (non troppo numerose) molto chic e sportive

MINI Clubman John Cooper Works, 231 CV e trazione integrale
Galleria fotografica - MINI Clubman John Cooper WorksGalleria fotografica - MINI Clubman John Cooper Works
  • MINI Clubman John Cooper Works	   - anteprima 1
  • MINI Clubman John Cooper Works   - anteprima 2
  • MINI Clubman John Cooper Works  - anteprima 3
  • MINI Clubman John Cooper Works  - anteprima 4
  • MINI Clubman John Cooper Works - anteprima 5
  • MINI Clubman John Cooper Works	   - anteprima 6

Una JCW così grande non si era mai vista. La Clubman è lunga 425 cm, 15 cm in più della Countryman JCW e, data la tipologia di carrozzeria, diventa di fatto la SW (anche se in MINI preferiscono chiamarla shooting brake, che fa molto più chic…) sportiva più piccola del listino. Station wagon sportiva? Sì, proprio come accade con le varie Audi S4 ed S6 Avant, Mercedes-AMG E 43 4 Matic (in attesa della 63…), perché non è detto che chi “tiene famiglia” non abbia voglia di divertirsi, almeno quando è solo in macchina.

Tanti CV, ma non solo…

Per dare emozioni, qui c’è un motore 2.0 turbo a quattro cilindri da 231 CV, capace di far scattare la JCW Clubman - che debutta al Salone di Parigi - , da 0 a 100 km/h, in soli 6,3 secondi, e farla arrivare fino a 238 km/h di velocità massima (7,4 l/100 km di consumo medio, che scendono a 6,8 con il cambio automatico a 8 marce). Tutto ciò comunque non basterebbe, per appagare la voglia di guidare: ecco dunque uno scarico sportivo dal sound studiato appositamente e cerchi da 18”, ma soprattutto il controllo di trazione con funzione Dynamic, il differenziale autobloccante elettronico (frena - singolarmente - la ruota che sta pattinando), Performance Control (per modificare le risposte di gas, sterzo e cambio); optional ci sono anche gli ammortizzatori a controllo elettronico e i cerchi da 19”.

Inconfondibile. Come Clubman e come John Cooper Works

Gli appassionati di MINI la riconosceranno al volo, la prima volta che la incroceranno per strada: che sia una Clubman si capisce grazie alle classiche split doors (le “sponde” simili a quelle dei furgoni… E che Mini ci perdoni) che danno accesso ai 360/1.250 litri di bagagliaio. Che si tratti di una JCW lo si intuisce invece grazie alle Air Curtains e Air Breathers, alle prese d’aria maggiorate nel frontale, alle minigonne laterali, al doppio scarico, allo spoiler posteriore, alla griglia anteriore a nido d’ape e a tanti altri dettagli.

Spaziosa, con stile

Detto della capienza del bagagliaio, la Clubman offre anche lo schienale posteriore abbattibile nelle proporzioni 40:20:40. Nell’abitacolo, si ritrova il classico, grande strumento centrale nel quale c’è uno schermo da 6,5” a colori (optional da 8,8”), mentre a richiesta si può avere l’head-up display con personalizzazioni JCW. Tocchi specifici di questa versione sono i sedili sportivi con poggiatesta integrato e rivestimenti Dinamica/Carbon Black, corona del volante in pelle JCW, profili nei pannelli delle portiere, etc..

Autore:

Tag: Novità , Mini , auto europee , auto inglesi


Top