dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 26 novembre 2007

Koenigsegg CCXR

1.018 CV a bioetanolo!

Koenigsegg CCXR
Galleria fotografica - Koenigsegg CCXRGalleria fotografica - Koenigsegg CCXR
  • Koenigsegg CCXR - anteprima 1
  • Koenigsegg CCXR - anteprima 2
  • Koenigsegg CCXR - anteprima 3
  • Koenigsegg CCXR - anteprima 4
  • Koenigsegg CCXR - anteprima 5
  • Koenigsegg CCXR - anteprima 6

Ormai le supercar a bioetanolo non fanno più scalpore, ma se hanno oltre 1.000 cavalli allora la notizia c'è, eccome. Attraverso Autoblog.nl arrivano le prime immagini della Koenigsegg CCXR, una versione alimentata a bioetanolo della superba CCX, già presentata al Salone di Ginevra 2007.

Non capita spesso che una versione a bioetanolo diventi l'ammiraglia di un Marchio, soprattutto se presentata come alternativa "verde" con tanto di slogan "Flower Power", ma questo è quanto succede per la factory svedese: con ben 1018 CV a 7.200 giri e una coppia di 1.060 Nm, la CCXR è la Koenigsegg più potente mai costruita, con prestazioni addirittura superiori alla equivalente versione a benzina tradizionale CCX.

Sebbene il propulsore costruito in proprio dalla Koenigsegg sia rimasto sostanzialmente lo stesso, un V8 da 4.7 litri con lubrificazione a carter secco e doppio turbo, l'aumento di potenza è giustificato dal fatto che il bioetanolo E85 ha un numero di ottani superiore a quello della benzina e brucia a temperature più basse. Su strada ciò si traduce in un'accelerazione sullo 0-100 Km/h in 3.2 secondi e una velocità massima che supera i 400 Km/h, grazie ad una scocca in carbonio e kevlar lunga 4.3 metri, larga 1.99 ed alta appena 1.12 metri che limita il peso totale a secco a soli 1180 kg.

Questa novella sfidante della Bugatti Veyron (aspettiamoci a breve l'immancabile confronto!) affida la sua esagerata potenza a pneumatici di misura 255/35 e 335/30 ospitati su cerchi in magnesio con dado centrale da 19" all'anteriore e da 20" al posteriore, mentre la frenata è ampiamente assicurata da dischi in materiale ceramico da 380 mm all'anteriore con pinze a 8 pistoncini e da 362 mm al posteriore con pinze a 6 pistoncini, che consentono alla Koenigsegg CCXR di arrestarsi in 31 metri ad una velocità di 100 Km/h.

Il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno agli 1,5 milioni di Euro, ma i facoltosi possessori di una CCX possono beneficiare dei vantaggi del biocarburante attraverso un kit di conversione da richiedere alla fabbrica.

Autore:

Tag: Tuning , Koenigsegg , mobilità sostenibile , bioetanolo , carburanti alternativi , record , auto ibride


Top