dalla Home

Test

pubblicato il 17 settembre 2016

Renault Clio restyling, perché comprarla e… perché no [VIDEO]

L'utilitaria francese cambia nell'estetica e guadagna materiali più raffinati per confermarsi un'automobile fra le più amate dagli italiani

Galleria fotografica - Renault Clio restylingGalleria fotografica - Renault Clio restyling
  • Renault Clio restyling - anteprima 1
  • Renault Clio restyling - anteprima 2
  • Renault Clio restyling - anteprima 3
  • Renault Clio restyling - anteprima 4
  • Renault Clio restyling - anteprima 5
  • Renault Clio restyling - anteprima 6

La Marsigliese riecheggia spesso quando noi automobilisti italiani dobbiamo recarci all'interno di un concessionario, quasi fosse un riflesso incondizionato che ci porta a considerare l'acquisto di vetture d'oltralpe. Accade lo stesso anche per la Renault Clio, settima automobile più venduta in Italia nel 2015, rinnovata poco tempo fa nell'estetica e dotata di tecnologie finora non disponibili: utile è ad esempio il sistema di parcheggio semi-automatico, che assume il controllo del volante e lascia al guidatore soltanto la gestione dei pedali. La francesina si rinnova quattro anni dopo l'esordio e rimane un'utilitaria di grande sostanza, ora migliorata anche nell'apparenza, di cui vi parliamo oggi nel video del nostro #Perchécomprarla: in questo modo vi raccontiamo dettagli, curiosità e debolezze.

Pregi e difetti

I proprietari dell'attuale Renault Clio lamentano soprattutto la scelta dei materiali utilizzati per l'abitacolo, ritenuti migliorabili e troppo duri al tocco. L'aggiornamento del 2016 introduce un volante di qualità maggiore e nuovi tessuti di rivestimento, ma le plastiche della plancia rimangono purtroppo invariate. L'abitacolo si conferma piuttosto spazioso, anche dietro, dove però manca qualche centimetro per le ginocchia. Il bagagliaio parte da 300 litri e si conferma fra i più voluminosi della categoria: ha una forma regolare, ma per accedervi è necessario scavalcare un gradino piuttosto alto. Al suo interno è facile però stivare un passeggino. La Clio regala un buon comfort di marcia, assorbe a dovere le buche e mantiene le traiettorie in curva senza indecisioni, ma i comandi per gestire il regolatore di velocità sono poco intuitivi da utilizzare.

Quale scegliere

La Renault Clio 2016 è in vendita da 13.350 euro. A questa cifra si mette in garage un esemplare con il 1.2 benzina da 75 CV, in allestimento Life, mentre la più economica fra quelle a gasolio parte da 16.500 euro. A disposizione c'è anche il benzina 1.2 turbo, da 95 CV, che rende l'auto molto agile e più briosa rispetto a quanto adotta il benzina da 75 CV, che rappresenta la scelta ideale per chi vuole risparmiare all'acquisto e nelle spese di gestione. Con il diesel abbiamo raggiunto percorrenze di 17-18 km/l nel ciclo misto, che aumentano fino a 25 km/l guidando a velocità costante. La versione consigliata è quella intermedia, la Zen (da 14.850 euro), che offre di serie anche il sedile lato guida regolabile in altezza, il divano posteriore frazionato, il climatizzatore manuale, il regolatore di velocità e l'impianto multimediale con bluetooth e comandi al volante.

Scheda Versione

Renault Clio
Nome
Clio
Anno
2012 (restyling del 2016)
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Renault , auto italiane


Top