dalla Home

Curiosità

pubblicato il 16 settembre 2016

Peugeot eU01s, c’era una volta il “cinquantino”

La bici ad assistenza elettrica tocca i 45 km/h. Al debutto a Parigi, in vendita a dicembre

Peugeot eU01s, c’era una volta il “cinquantino”
Galleria fotografica - Peugeot eU01sGalleria fotografica - Peugeot eU01s
  • Peugeot eU01s - anteprima 1
  • Peugeot eU01s - anteprima 2
  • Peugeot eU01s - anteprima 3

C’era una volta il “cinquantino”. E c’è ancora, ma se fino a circa 10 anni fa era il primo vero traguardo di mobilità di ogni quattordicenne - un sogno per molti - oggi interessa molto meno ai giovani e resta uno dei mezzi di trasporto preferiti dai pensionati, specie in provincia. Tra qualche anno, il suo ruolo potrebbe essere preso dalle bici ad assistenza elettrica come la Peugeot eU01s, che sono poco bici e tanto ciclomotori. La vera discriminante sarà il prezzo, che al momento però (viene presentata a Parigi) non si conosce.

Per il Codice della Strada non è una bici: va immatricolata

Prima di tutto, un mezzo come quello della Casa francese per circolare necessita di immatricolazione, assicurazione e impone l’uso del casco (noi comunque consigliamo di utilizzarlo sempre, anche con la classica bici a pedali). Secono, raggiunge la stessa velocità dei ciclomotori: 45 km/h. Ok, questi ultimi potevano essere “sbloccati” e toccare anche i 90 km/h, ma la pratica è sempre stata illegale. Per capirci, le bici a pedalata assistita - per essere tali - non possono superare i 25 km/h (se non con la forza delle gambe del ciclista): per questa ragione non necessitano di targa, assicurazione e casco.

Fino a 95 km di autonomia

Per tornare alla Peugeot eU01s, la tecnologia è fornita dalla tedesca Bosch: le batterie disponibili - entrambe agli ioni di litio - hanno una capacità di 400 o 500 Wh, per un’autonomia, rispettivamente, di 75 o 95 km. Il motore elettrico è invece della serie Performance Line ed è abbinabile a un computer di bordo con schermo da 4,3” per gestire le funzionalità del mezzo: scegliere per esempio un programma di assistenza blanda, che sia più un allenamento che uno spostamento in relax, oppure un’assistenza più forte per fare poca fatica - o non farne proprio - se per esempio si vuole arrivare a un appuntamento freschi e riposati. Inoltre, il computer di bordo fornisce anche la navigazione 3D.

Autore: Adriano Tosi

Tag: Curiosità , Peugeot , bici , parigi


Top