dalla Home

Mercato

pubblicato il 15 settembre 2016

Mercato auto, FCA mette il turbo in Europa

La crescita rispetto all’anno scorso è significativa. Tra i Paesi, l’Olanda si distingue per la vocazione green

Mercato auto, FCA mette il turbo in Europa

Il mercato auto in Europa sta andando bene. Nonostante il mese di luglio abbia fatto registrare un piccolo rallentamento (-1,8% con 1.163.087 vetture), interrompendo così un trand positivo che durava da 34 mesi, ad agosto si è tornati a crescere (+9,5% a 855.466 unità), così che il cumulato gennaio-agosto è arrivato a 10.110.731 immatricolazioni, in crescita del 7,8%. Nei dati di quest’estate però si leggono due notizie interessanti. Da un lato, guardando ai Paesi, l’Olanda ha registrato un rallentamento (-8,2%) perché ha accelerato il proprio percorso verso una mobilità più sostenibile con target sfidanti fino al 2025; il Paese quindi sta affrontando un momento di attendismo sul mercato ed è già pronto - prima di altri - ad una mobilità verde. Guardando invece ai costruttori, FCA spicca per le sue performance incoraggianti: luglio +12,9% e agosto +20,4% (queste ultimi superiori alla media di mercato). Lo stesso vale per Jaguar Land Rover, che sul cumulato gennaio-agosto va persino meglio (+15,5% vs 29,4%). Ma vediamo di seguito i dettagli.

Il caso Olandese è importante

“Il segnale che arriva dall’Olanda non dovrebbe essere sottovalutato”. Lo dice anche Romano Valente, Direttore Generale dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere, “perché conferma che il percorso verso una nuova mobilità sostenibile va preparato ed accompagnato”. L’Italia nel frattempo sta andando bene, ad agosto la crescita è stata del 20%, ma il presidente di Federauto, Filippo Pavan Bernacchi, frena: “Le promozioni messe in campo da case e concessionarie hanno fatto la differenza tuttavia, a nostro avviso, il mercato italiano è anche caratterizzato dal ricorso alle kilometri zero, che aumentano i volumi ma non certo la redditività. Negli altri Paesi europei il fenomeno delle kilometri zero non esiste o comunque ha un utilizzo molto contenuto. E ad ogni modo, purtroppo, molte kilometri zero estere tornano in Italia per creare concorrenza sleale ai concessionari che hanno in piedi investimenti massicci per gli standard dei costruttori”. In Germania, dopo il calo di luglio (-3,9%), agosto è andato bene (+8,3%) e per il 2016 la Global Insight prevede un volume di vendite pari a 3.360.000 unità (+4,8%). Nel Regno Unito le vendite sono rimaste stabili a luglio (+0,1%), con 178.523 immatricolazioni, e sono leggermente aumentate ad agosto (+3,3%); per il 2016 si prevedono 2.660.000 unità (+1%). La Francia ha chiuso luglio con un calo del 9,6% e agosto con un aumento del 6,7% e, secondo la Global Insight, le immatricolazioni di auto nuove nel 2016 aumenteranno a 2.030.000 vendite, 2.080.000 nel 2017 e 2.110.000 nel 2018. Infine la Spagna: luglio è stato il quinto mese consecutivo sopra le 100.000 unità e agosto è stato il migliore dal 2007. Gli operatori stimano quindi di chiudere l’anno vicino a 1,2 milioni di immatricolazioni.

Chi sale e chi scende

Gli ultimi due mesi sono stati molto interessanti per FCA che, come abbiamo detto, è cresciuto ad un ritmo superiore a quello di mercato. Tutti i marchi hanno contribuito, sebbene Lancia/Chrylser - sia a luglio che ad agosto - abbia compiuto un passo indietro (il cumulato da gennaio resta comunque positivo, +8,7%). In particolare, il marchio Fiat domina il segmento A con 500 e Panda, che insieme hanno ottenuto una quota vicina al 30% nel progressivo annuo. La 500L è ancora una volta la più venduta del suo segmento con una quota del 26,5% nell’anno, mentre la 500X è stabilmente nelle posizioni di vertice nel segmento d'appartenenza e ha registrato oltre 73.300 immatricolazioni nei primi otto mesi dell’anno. La famiglia Tipo, che questo week end in Italia è impegnata con il porte aperte della station wagon, sta scalando le classifiche europee. Sempre in crescita Jeep, che - soprattutto grazie a Renegade - nell’anno ha incrementato le vendite del 22,2%. In termini di volumi comunque il Gruppo Volkswagen resta in testa a tutti (2.434.119 immatricolazioni da gennaio ad agosto, +2,6%). Molto bene anche Jaguar e Land Rover per quanto riguarda gli aumenti in percentuale ovvero i risultati rispetto all’anno scorso (142.991 auto immatricolate da inizio anno, +29,4%). Di seguito i risultati in dettaglio.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top