dalla Home

Curiosità

pubblicato il 8 settembre 2016

Ox, il fuoristrada progettato da Gordon Murray

L'ingegnere sudafricano, padre della McLaren F1, ha accettato l’invito per sviluppare un veicolo pensato per i paesi emergenti

Ox, il fuoristrada progettato da Gordon Murray
Galleria fotografica - Global Vehicle Trust OxGalleria fotografica - Global Vehicle Trust Ox
  • Global Vehicle Trust Ox 006 - anteprima 1
  • Global Vehicle Trust Ox 007 - anteprima 2
  • Global Vehicle Trust Ox 005 - anteprima 3
  • Global Vehicle Trust Ox 001 - anteprima 4
  • Global Vehicle Trust Ox 002 - anteprima 5
  • Global Vehicle Trust Ox 003 - anteprima 6

Ha progettato una fra le più celebri automobili sportive di tutti i tempi, rivoluzionarie monoposto da Formula 1 e anche un’avveniristica utilitaria a tre posti, la T.25, che avrebbe ispirato un prototipo a basso impatto energetico della Shell. Nel portfolio del geniale Gordon Murray rientra da pochi giorni anche Ox, sviluppato per conto dell’azienda inglese Global Vehicle Trust, ovvero un mezzo robusto e facile da assemblare per quelle nazioni dove la mobilità privata è ancora tutta da sviluppare. Il progetto è stato finanziato dall’imprenditore e filantropo inglese Sir Torquil Norman, grande appassionato di aeronautica, che si è avvalso di Murray per realizzare una vettura senza eguali nell’attuale panorama automobilistico: i componenti si montano come un mobile dell’Ikea e il motore 2.2 a gasolio produce appena 100 CV.

Si smonta e rimonta come un mobile

Murray ha sviluppato Ox attenendosi ad un capitolato molto rigoroso: il veicolo doveva essere alto da terra, adatto per il fuoristrada, con sospensioni dalla buona escursione e capace di accogliere a bordo tre passeggeri. Il risultato è un mezzo lungo 4,23 m e largo 2,07 m, pesante 1.600 chili e capace di trasportare fino a 1.900 chili, adatto per i lunghi trasferimenti (il serbatoio ospita 80 litri) e con un impianto frenante a quattro dischi. La capacità di carico è molto generosa: il cassone ha un volume pari a 7 metri cubi, ospita fino a 13 persone e carica fino ad 8 barili di petrolio. Ox può essere imballato da tre persone in meno di 6 ore e rimontato in 12 ore. Anche la spedizione è molto flessibile, perché all’interno di un container si possono stivare i pezzi necessari per montare fino a 6 esemplari. Norman auspica che l’assemblaggio di Ox possa creare posti di lavoro dove ce n’è bisogno.

Nell’abitacolo c’è la firma di Murray

Il motore 2.2 fornisce prestazioni modeste, le ruote motrici sono due e la trasmissione è affidata ad un cambio manuale a 5 rapporti, molto robusto, studiato per rivelarsi affidabile piuttosto che morbido da utilizzare. Murray ha disposto i sedili nello schema a lui caro – il guidatore siede davanti ed i passeggeri ai suoi lati, come sulla McLaren F1 – e elaborato una serie di accorgimenti, molto graditi a chi utilizza Ox lungo percorsi non battuti: la ribaltina posteriore si stacca e diventa una rampa, le protezioni laterali si trasformano all’occorrenza in piastre da utilizzare su terreni cedevoli. Ox è un prototipo e verrà costruito in scala non appena verranno trovati i finanziamenti necessari.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , dall'estero


Top