Novità

pubblicato il 7 settembre 2016

Nuova Hyundai i30, ripensata per l'Europa

Un design curato e tanta tecnologia per la compatta che promette grandi doti dinamiche

Nuova Hyundai i30, ripensata per l'Europa
Galleria fotografica - Nuova Hyundai i30Galleria fotografica - Nuova Hyundai i30
  • Nuova Hyundai i30 - anteprima 1
  • Nuova Hyundai i30 - anteprima 2
  • Nuova Hyundai i30 - anteprima 3
  • Nuova Hyundai i30 - anteprima 4
  • Nuova Hyundai i30 - anteprima 5
  • Nuova Hyundai i30 - anteprima 6

La prima serie è stata lanciata nel 2007, la seconda nel 2012 e oggi, a distanza di più di cinque anni, è pronta la terza generazione della i30, la due volumi di Casa Hyundai, pensata da sempre per l'Europa e per concorrere nel segmento C, quello più complicato di tutti. Quello dominato dalla solita nota: la Volkswagen Golf. La partita non cambia, ma le carte in gioco si. Perchè è cresciuta tanto la percezione del marchio (coreano solo d'origine) ed è cresciuto altrettanto il prodotto, nello stile, nei contenuti e soprattutto nella filosofia costruttiva. Oggi davvero europea fino al midollo.

Un design "funzionale"

Linee fluide e design muscoloso sono i punti di forza del design dell'ultima versione della berlina che si presenta con un frontale caratterizzato dalla cascading grille, pronta a rappresentare la family identity del marchio. Posteriormente lo spoiler aumenta la sportività di quest'auto che vanta un Cx di 0,30. Sempre in quest'ottica, la nuova i30 adotta l'Activ Air Flap posizionato sulla griglia anteriore, con deflettori a lati del paraurti per ridurre le turbolenze e migliorare l'aerodinamica. Il design posteriore, scolpito e tridimensionale, rende riconoscibile quest'auto nel mare magnum del segmento C. Disponibile con cerchi in lega da 17'' e da 16'' pollici o con cerchi da 15'' in acciaio, la i30 può essere declinata in dodici differenti colorazioni tra opzioni perlate, tinte solide e metallizzate.

Le motorizzazioni al lancio

I tecnici hanno provveduto a migliorare anche la dinamica della vettura grazie ad un rigoroso programma di test sul leggendario circuito del Nurburgring. La struttura estremamente rigida e leggera dell'auto, realizzata per il 53% in acciaio ad altissima resistenza, rappresenta la base per un'ottima tenuta di strada. Le motorizzazioni disponibili comprendono due nuovi motori turbo a benzina ed in particolare l'inedito 1.4 T-GDI da 140 CV. Complessivamente è possibile scegliere tra tre motori benzina e un turbodiesel con tre livelli di potenza (95, 110 e 136 cv) con emissioni di CO2 a partire da 89 g/km.

"Carica" di tecnologia

Non solo stile e meccanica ma anche tanta tecnologica a bordo della nuova berlina euro-coreana di segmento C: gli occupanti avranno infatti la possibilità di essere sempre connessi grazie all'utilizzo della tecnologia Apple CarPlay, Android Auto ed ai sistemi wireless di ricarica. Al centro del cruscotto campeggia lo schermo touch da 8'' (opzionale) che integra tutte le funzioni multimediali. Infotainment e tecnologia vanno di pari passo con la sicurezza attiva che Hyundai riassume in quest'auto con una serie di dispositivi volti a migliorare la guidabilità e a rendere più piacevole il viaggio degli occupanti. Tra questi i dispositivi di sicurezza attiva come la frenata di emergenza autonoma, il cruise control adattivo, il sistema di mantenimento della carreggiata, il drive attention alert ed il controllo dell'angolo cieco.

Autore: Nuviana Arrichiello

Tag: Novità , Hyundai , auto coreane


Top