dalla Home

Curiosità

pubblicato il 1 settembre 2016

Bosch e i motori "ad acqua"

La nuova iniezione della BMW M4 GTS è già pronta per il downsizing dei turbo benzina

Bosch e i motori "ad acqua"

Parlare di auto che va ad acqua è un sogno e in effetti è ancora presto per pensare ad un'automobile in grado di fare a meno totalmente della benzina. In realtà, al centro dell'attenzione c'è l'iniezione ad acqua, un brevetto Bosch in grado di ridurre il consumo di carburante fino al 13%. Si tratta di una tecnologia presentata per la prima volta su un'auto di serie con la BMW M4 GTS 2016, edizione speciale con il 6 cilindri da 500 CV, 600 Nm, 305 km/h, 0 -100 in 3,8 secondi. La M4 GTS è prodotta in soli 700 esemplari; tuttavia, Bosch dovrebbe essere pronta a diffondere l'iniezione ad acqua su altre vetture di serie, anche di altri marchi, a partire dal 2019.

Come abbiamo anticipato nell'articolo della M4 GTS, il funzionamento del sistema Bosch parte dal principio che circa un quinto del carburante, anche nei motori a benzina più avanzati, viene sprecato per il raffreddamento, soprattutto agli alti regimi: è proprio l'iniezione ad erogare (e sprecare) più benzina per evitare il surriscaldamento. Al contrario, iniettando prima della benzina una minima nube d'acqua in fase di accelerazione, o nella guida autostradale, si può consumare di meno, e anche rendere più performante il motore. C'è un serbatoio d'acqua aggiuntivo, che però deve essere riempito solo dopo migliaia di chilometri, perché l'acqua che serve è poca: se manca, il motore funziona ugualmente, anche se non al massimo. Bosch fornisce un indizio dei modelli sui quali vedremo il sistema ad acqua, che darebbe il meglio di sé soprattutto nelle auto di medie dimensioni con motori a tre e quattro cilindri, di cubatura relativamente piccola e dotati di turbocompressore. Un sistema perfetto per il moderno downsizing.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Curiosità


Top