Home » Argomenti » Multe e Ricorsi

pubblicato il 29 agosto 2016

Multe auto, come evitare "salassi"

Bisogna prestare massima attenzione a tre cavilli, ecco quali

Multe auto, come evitare "salassi"

Multe da Codice della Strada: le norme saranno pure complicate e contorte, ma vanno sempre rispettate. Il fatto è che non esiste solo la semplicissima regola di pagare la sanzione entro 60 giorni dalla notifica. C'è una miriade di cavilli da conoscere, per tutelare il portafogli, ma anche per evitare provvedimenti negativi a carico della patente di guida. Qui in basso ne illustriamo tre, che sono alla base per prevenire qualsiasi tipo di batosta: si tratta di situazioni piuttosto frequenti, quelle che più spesso danno origine a brutte sorprese.

Tripletta fondamentale

1# Pagare. La notifica della multa può essere immediata (consegna a mano dal poliziotto) o differita (ricevete a casa la busta verde). Ottenuta la notifica, avete 5 giorni per pagare il verbale con lo sconto: verserete in contanti il 70% dell'importo, con una riduzione del 30%. Oppure, dal 6° al 60° giorno, pagherete il 100% dell'ammenda. Avete invece 2 giorni in più se fate l'operazione con l'home banking. Se non rispettate i tempi, vi arriva a casa una mazzata: la multa con penalità diverse a seconda del ritardo.

2# Ricorso. Dal giorno in cui ricevete la multa a casa, avete 30 giorni per opporvi (contro il verbale) al Giudice di pace competente per zona. Costa 43 euro. In alternativa, avete la possibilità di ricorrere gratuitamente al Prefetto, entro 60 giorni dall'infrazione, sempre della città dove avete commesso l'infrazione. Se non rispettate i tempi, oppure se sbagliate Giudice o Prefetto, è come se non aveste mai fatto ricorso: multa da pagare.

3# Super multa. Se vi arriva a casa una multa con taglio di punti-patente, come proprietari dell'auto avete l'obbligo di fornire all'organo di polizia i dati personali e della patente del conducente al momento della violazione. A distanza di poche settimane, se non avete detto chi guidava al momento dell'infrazione, vi viene recapitata una stangata di circa 300 euro, spese di notifica incluse. È la multa supplementare. Che comunque potete versare entro 5 giorni con lo sconto del 30%.

Sospensione patente

Per alcune infrazioni col taglio di punti, se c'è recidiva (due violazioni identiche nel biennio), scatta la sospensione della patente. È il caso di chi passa col semaforo rosso: multa di 180 euro e sottrazione di 6 crediti al conducente responsabile, come comunicato da voi proprietari del mezzo alla Polizia. Per la recidiva, si ha lo stop alla patente da uno a tre mesi. Attenti: a nulla vale la buona fede, ossia il fatto che non sapevate dell'esistenza di questa norma. Non conta neppure che abbiate pagato tutto e subito.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , codice della strada


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 49
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 43
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 53
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 48
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top