dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 26 agosto 2016

In auto in Europa orientale, cosa c'è da sapere

Consigli per chi viaggia verso Romania, Bulgaria e Montenegro. Occhio alle assicurazioni

In auto in Europa orientale, cosa c'è da sapere

Viaggiare in auto in Europa orientale: cioè, dove esattamente? Risposta impossibile da dare con precisione: i confini della regione non sono ben definiti e magari una nazione può essere compresa anche in un’altra area. Di sicuro, è una parte del mondo ricchissima di fascino e di bellezze di ogni genere, inclusi molti laghi e fiumi (dal Danubio al Volga, dall’Ural al Dnepr, passando per il Don), grazie alla superficie pianeggiante. L’Organizzazione delle Nazioni Unite ha definito l’Europa dell’Est, includendo una decina di Paesi: noi abbiamo selezionato un tris di nazioni, mete fra le più gettonate sia dai turisti, specie da chi viaggia in macchina. Con l’aiuto dell’ACI, ecco le regole principali del Codice della Strada.

Tre Paesi, tante bellezze. E qualche accorgimento

1# Romania. Il limite di velocità è di 50 km/h nei centri abitati, 90 km/h fuori,100 km/h sulle strade a doppia corsia per ogni carreggiata; e 130 km/h sulle autostrade. Per chi ha conseguito la patente da meno di un anno, il limite di velocità è ridotto di 20 km/h rispetto a quello generalmente indicato. Invece, per la guida in stato d’ebbrezza, c’è tolleranza zero. Chi guida un veicolo a motore su strada pubblica con una qualsiasi quantità accertata di alcol nel sangue è passibile del ritiro della patente fino a un massimo di 90 giorni. Dal 1° ottobre 2010 la “rovinieta”, tassa sulla percorrenza delle strade romene, è stata sostituita da un sistema di pedaggio elettronico. La tassa si può pagare ai posti di frontiera, negli uffici postali e in alcune stazioni di servizio e agenzie. Il primo giorno è gratuito. Poi, sono varie le tariffe: da 7 giorni per 3 euro a 30 giorni per 7 euro, a crescere. La Polizia può comminare ed incassare le multe sul posto.

2# Bulgaria. Velocità: limite di 50 km/h in città; 90 km/h fuori dei centri abitati; 130 km/h in autostrada. Su alcune autostrade è di 140 km/h se segnalato dagli appositi cartelli. Alcol: il limite è di mezzo grammo per litro di sangue. Test di rilevamento: qualsiasi conducente venga sospettato di essere in stato di ebbrezza può essere obbligato a sottoporsi a un test dell’alito. Se il test è positivo, scatta l’analisi del sangue. Autostrada pagamento tramite acquisto di un contrassegno disponibile alle frontiere, negli uffici dell’agenzia nazionale per le infrastrutture stradali, in alcune stazioni di servizio, uffici postali e online. Infine, è ammesso il pagamento delle multe sul posto.

3# Montenegro. Per quanto riguarda i limiti di velocità, c’è il classico 50 km/h nei centri abitati. Si passa a 80 km/h fuori dei centri abitati; e a 100 km/h sulle strade veloci. Invece, la concentrazione di alcol per litro di sangue di chi conduce veicoli deve essere inferiore a 3 grammi. Se un esame medico comprova che le capacità del conducente sono inficiate dall’alcol, incappa nelle sanzioni relative indipendentemente dal tasso alcolemico. Chiunque venga sospettato di guidare sotto l'influenza dell'alcol o di droghe deve sottoporsi a un esame medico.

Sulle assicurazioni

Serve la Carta verde per viaggiare in Europa. In Montenegro, si consiglia di verificare prima della partenza che il modulo della Carta verde di cui si è in possesso sia valido anche per quel Paese (controllando che la casella relativa a questo Paese non sia barrata: vedere la casella SCG, oppure MNE per le più recenti). All’automobilista che entra nel paese privo di Carta verde sarà richiesto al confine di stipulare un’assicurazione montenegrina a breve termine al posto di frontiera.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , viaggiare


Top