dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 24 agosto 2016

Polizze auto aggiuntive, ecco cosa non è compreso

Incendio e furto, Kasko, etc.: occhio alle brutte sorprese

Polizze auto aggiuntive, ecco cosa non è compreso

Potete chiamarle polizze aggiuntive rispetto alla Rc auto obbligatoria oppure garanzie diverse, o ancora assicurazioni accessorie. Comunque sia, sono facoltative sia per voi sia per la compagnia, che è libera di rifiutarsi di concederle. Parliamo della Incendio e furto, degli Atti vandalici, degli Eventi naturali, della Kasko e di tante altre ancora. Tutte però hanno precise limitazioni, cioè confini entro cui operano: dentro quegli spazi, gli automobilisti sono coperti dalle polizze aggiuntive; oltre, invece, non sono coperti e non c’è rimborso. Vediamo di che si tratta.

Tris di paletti

1# Franchigie. Sono limitazioni alle polizze: importi in euro subito definiti, che restano a vostro carico in caso si verifichi l’evento. Quindi, per la Furto e incendio, con franchigia di 500 euro, se i ladri entrano in azione, vi verrà risarcito il valore dell’auto in quel momento, meno la franchigia. Ipotizzando che la macchina valga 20.000 euro, avrete 19.500 euro. Attenti anche agli scoperti, importi in euro non definiti subito, perché espressi in percentuale. Nel nostro esempio, con scoperto del 5%, si ha un rimborso di 19.000 euro. Se ci sono sia franchigia sia scoperto, prevale quest’ultimo.

2# Dolo. L’assicurazione non vale nel caso di sinistri verificatisi in conseguenza di vostro dolo: lo avete fatto apposta. Idem per il dolo delle persone con voi conviventi. Non scatta neppure per la partecipazione a gare o competizioni sportive e alle relative prove ufficiali. Occhio quindi a chi date in mano la vostra vettura: spesso, se voi guidate il veicolo con la massima attenzione, i vostri familiari potrebbero non fare altrettanto. I soldi spesi per le polizze accessorie sarebbero buttati al vento.

3# Brutte sorprese. Non esiste la polizza accessoria che copre sempre e comunque, rimborsando ogni evento. Vengono specificati nella garanzia le limitazioni, che in genere sono: guerre, rivoluzioni, insurrezioni, rivolte, occupazioni militari, atto di danneggiamento volontario. Ma spesso anche tumulti, manifestazioni turbolente o violente, scontri con le Forze dell’Ordine, risse.

Due chiacchiere con l’agente

Impossibile generalizzare, ossia stabilire se una certa polizza accessoria sia utile a tutti. Sono troppe le variabili in gioco: auto, città di residenza, possibilità di lasciare la macchina in box di notte, numeri di chilometri percorsi in un anno, tipo di percorsi. Ma anche classe di merito. Insomma, sono tanti i parametri che incidono sul rischio sinistro. Sarà di volta in volta il vostro assicuratore a consigliarvi, cercando di costruirvi le polizze su misura per voi e la vostra vettura.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni


Top