Curiosità

pubblicato il 23 agosto 2016

Ken Okuyama Cars Kode57, barchetta all'italiana in salsa giapponese

E' un esemplare unico realizzato dall'ex-designer Pininfarina autore della Ferrari Enzo

Ken Okuyama Cars Kode57, barchetta all'italiana in salsa giapponese
Galleria fotografica - Kode57 by Ken Okuyama CarsGalleria fotografica - Kode57 by Ken Okuyama Cars
  • Kode57 by Ken Okuyama - anteprima 1
  • Kode57 by Ken Okuyama - anteprima 2
  • Kode57 by Ken Okuyama - anteprima 3
  • Kode57 by Ken Okuyama - anteprima 4
  • Kode57 by Ken Okuyama - anteprima 5
  • Kode57 by Ken Okuyama - anteprima 6

Un'auto sportiva e folle, che sembra una Ferrari ma non la è: così potrebbe essere definita la Kode57 concept, di recente presentata alla Monterey Car Week, in California, nel corso dell'evento "The Quail, A Motorsports Gathering". Un motivo della somiglianza con una Ferrari c'è: è stata disegnata dalla Ken Okuyama Cars, fondata dall'omonimo designer della Pininfarina, responsabile delle forme di celebri vetture di Maranello e altre supercar italiane. Alcuni nomi su tutti: Ferrari Enzo, Maserati Quattroporte, e anche la one-off Ferrari P4/5. Qui l'ispirazione è venuta anche da altre concept firmate Pininfarina, come ad esempio la scoperta Ferrari Rossa, realizzata nel 2000 per celebrare i 70 anni della carrozzeria piemontese.

La Kode57, che ricorda nel nome l'anno di nascita di vetture celebri come la Ferrari 250 Testa Rossa o la Jaguar XKSS, monta un 6 litri V12 da 600 CV "a vista", probabilmente quello della Ferrari 599 GTB Fiorano rivisitato però dal tuner Novitec Rosso; le sospensioni sono regolabili, mentre le gomme sono le tecnicissime Pirelli P Zero da 21 pollici. L'auto però è una "barchetta" in fibra di carbonio due posti originale, con stilemi Ferrari (il muso Enzo, ad esempio, o la luce tonda posteriore), grandi incavi nelle fiancate, un piccolo vetro panoramico da off-shore e soprattutto un paio di piccole portiere che si aprono ad ala, all'indietro. Oltre, ovviamente, al colore rosso. Un esemplare unico, al momento, di cui si conoscono solo rumors non ufficiali: pare che il pugile americano Floyd Mayweather (già noto per la sua grande passione automobilistica) ne abbia già ordinata una al costo di 2,5 milioni di dollari (circa 2,2 milioni di euro al cambio attuale).

Autore: Sergio Chierici

Tag: Curiosità , auto giapponesi , dall'estero


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 30
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 48
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 50
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 43
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top