dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 19 agosto 2016

BMW 2002 Hommage, a Pebble Beach vestita da corsa

Nuovi colori racing per il concept già svelato a Villa d’Este

BMW 2002 Hommage, a Pebble Beach vestita da corsa
Galleria fotografica - BMW 2002 HommageGalleria fotografica - BMW 2002 Hommage
  • BMW 2002 Hommage - anteprima 1
  • BMW 2002 Hommage - anteprima 2
  • BMW 2002 Hommage - anteprima 3
  • BMW 2002 Hommage - anteprima 4
  • BMW 2002 Hommage - anteprima 5
  • BMW 2002 Hommage - anteprima 6

Rispetto al concept presentato pochi mesi fa al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este cambia solo la livrea, ma tanto basta alla BMW 2002 Hommage per meritarsi il suo spazio ad un altro evento prestigioso - il più prestigioso al mondo di questo genere - ovvero Pebble Beach, in occasione della Monterey Car Week. Soprattutto, così verniciata questa coupé fa salire il battito cardiaco agli appassionati di motorsport “romantico”: richiama infatti la M1, la 3.0 CSL e la M3 E30 da competizione, quelle sponsorizzate Jägermeister (qui diventata "Turbomeister").

Una livrea anni ’70, quindi, per un concept che non “solo” celebra i 100 anni del marchio bavarese, ma soprattutto regala un bel tributo alla BMW 2002 Turbo del 1973, auto che ha introdotto la sovralimentazione mediante turbina a gas di scarico nel motorsport. Il suo look, caratterizzato da un muso cattivo come non mai - pieno di prese d’aria di cui due verticali ai lati dei fari e con enorme spoiler inferiore - fonda la propria forza anche sui giganteschi cerchi da 20” (in questo caso con raggi dorati). Resta, come sul concept di Villa d’Este e sul modello originale, la scritta Turbo al contrario nella porzione inferiore delle prese d’aria anteriori. Il suo scopo? Fare in modo che chi sta davanti la possa leggere nel verso giusto. E tendenzialmente farsi da parte…

Autore: Redazione

Tag: Prototipi e Concept , Bmw , auto europee , Pebble Beach


Top