dalla Home

Home » Argomenti » Multe e Ricorsi

pubblicato il 18 agosto 2016

Strisce blu, fioccano le multe

E' caos sulle regole poco chiare per i parcheggi a pagamento

Strisce blu, fioccano le multe

C’era e resta una sola certezza: se parcheggiate sulle strisce blu senza pagare il ticket, scatta una multa di 41 euro. Lo dice chiaramente l’articolo 158 del Codice della Strada. Per il resto, è sempre più caos. Ci riferiamo a questo caso specifico, molto frequente: comprare il ticket, sforare rispetto all’orario pagato. Il Codice della Strada non dice assolutamente nulla di esplicito in merito. Né sull’infrazione né, tantomeno, sulla multa. Infatti, per tutti i verbali appioppati dai Comuni, era intervenuto il Ministero dei Trasporti nel 2014. Con una polemica forte fra l’allora titolare del Ministero, Maurizio Lupi, che negava la possibilità di sanzionare chi sfora, contro l’Anci (Associazione Comuni), che invece sostiene come il Codice ammetta la possibilità di multare chi prolunga la sosta oltre il pagato. Adesso, la questione è tornata a galla: vediamo perché.

La Cassazione conferma

Come già accaduto in passato, la Cassazione ha detto sì alla multa per chi sfora (sentenza 16258/2016). Nulla di nuovo, visto che già due volte gli ermellini si sono schierati coi Comuni, in una battaglia legale pesante, che vede un cittadino contro gli avvocati di un Ente locale davanti ai giudici della Cassazione. Una sentenza autorevole. Va detto però che non si tratta di una sentenza a sezioni unite (ossia vincolante), ma di un’analisi di un singolo caso specifico. D’altronde, negli scorsi anni, su un’altra questione controversa (la taratura degli autovelox), le sentenze si sono sovrapposte una all’altra, anche di segno contrario, finché la Corte costituzionale non è intervenuta a gamba tesa contro i Comuni: macchinette da tarare o multe nulle, col risultato che i Comuni hanno fatto la corsa alla taratura per evitare un’ondata di ricorsi vincenti.

Due pronunce importanti

Tuttavia il Tribunale di Treviso, con un’analisi molto lucida, ha dato invece ragione all’automobilista: nessuna multa a chi sfora sulle strisce blu. Al massimo, sì al pagamento della differenza e di una piccolissima sanzione se previsti da uno specifico regolamento comunale, così come già fissato dal ministero dei Trasporti: sentenza 1069/2016. E la Corte dei Conti (deliberazione 33/2016) ha risposto in modo esaustivo a un Ente locale: cosa fare in caso di sosta prolungata oltre il ticket? C’è la sentenza del Tribunale di Treviso che ha spiegato per filo e per segno come stanno le cose. Sentiamo la Corte dei Conti: "Alle valutazioni ivi ampiamente espresse potrà l’Ente, quindi, riferirsi nella elaborazione di specifica normativa regolamentare che, per le considerazioni esposte, non rientra nell’alveo della contabilità pubblica, soprattutto in ragione della rilevata necessità di uno specifico intervento del Legislatore nazionale". Insomma, il Codice della Strada va riscritto in modo chiaro, per evitare che i Comuni interpretino qualsiasi regola a proprio favore.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , multe


Top