dalla Home

Home » Argomenti » Flotte aziendali

pubblicato il 17 agosto 2016

Vendite auto Europa, quanto pesa il noleggio

La formula "a lungo termine" è protagonista un po' in tutto il Vecchio Continente

Vendite auto Europa, quanto pesa il noleggio

Vendite auto nuove in Europa: com'è lontano il picco negativo del 2009. Da quell'anno in poi, il mercato ha continuato a crescere, anche nel 2015, con l'accelerazione impressa dai cinque Paesi principali (Italia +16,4%, Francia +6,7%, Spagna +22,8%, Gran Bretagna +6,3%, Germania +5,5%) grazie al miglior clima di fiducia di consumatori e imprese, al rilancio dell'economia, ai bassi tassi di interesse e all'intensa attività delle campagne promozionali delle Case automobilistiche. Anche il noleggio a lungo termine ha dato il suo importante contributo, come ricorda l'Aniasa (Associazione nazionale autonoleggio). Va detto che le situazioni dei singoli mercati sono differenziate: l'andamento delle immatricolazioni per canale di vendita rispecchia aspetti del contesto economico generale dei Paesi esaminati, ma aiutano i dati diffusi da operatori specializzati in analisi statistiche concernenti in particolare le flotte aziendali, comprendendo in questa voce generale gli acquisti, i leasing finanziari e i noleggi a lungo termine.

Paese per Paese

In Italia, nel 2015, siamo a quota 1,6 milioni di auto vendute, con addirittura 290.000 macchine comprate dalle società di noleggio a lungo termine. In Spagna si gira attorno al milione di immatricolazioni, con 205.000 riservate al noleggio. Invece, in Francia, a fronte di 1,9 milioni di venduto complessivo, siamo attorno a 430.000 unità per le flotte, che salgono quasi a 800.000 in Germania, dove però si viaggia su ritmi elevati (3,2 totale). E in Gran Bretagna? Ben 800.000 veicoli destinati al noleggio, contro 2,6 milioni generali.

A luglio 2016

Il trend positivo del 2015 e della prima metà del 2016 viene confermato a luglio in tutta Europa. In particolare, in Italia, da gennaio al mese scorso, quasi 1,2 milioni di unità vendute, di cui 263.000 per il noleggio. Se il mese di luglio ha mostrato il primo calo dell'anno degli acquisti delle famiglie (-6% con 86.451 vetture immatricolate), e se spicca il segmento del noleggio a breve termine che cresce nel mese del 57,9%, si registra una buona dinamica del lungo termine (+13,6% nel mese). Morale, come ricorda l'Unrae (Unione Case estere), il noleggio nel suo complesso in luglio evidenzia un incremento del 21,9% a 21.856 immatricolazioni di vetture, giungendo a rappresentare il 15,9% del totale mercato. Anche le vendite a società segnano una poderosa crescita: +21,3% a 29.060 vetture immatricolate, un risultato non imputabile solo all'accelerazione degli acquisti per sostituzione o ampliamento del parco da parte delle società. Secondo l'Anfia (Associazione nazionale filiera industria automobilistica), il superammortamento, introdotto con la Legge di Stabilità 2016, si dimostra uno strumento efficace per il rinnovo delle flotte aziendali e delle auto a noleggio: le vendite a luglio crescono complessivamente del 21,8%, ma noleggio e società registrano un rialzo tendenziale del 25%.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , flotte aziendali , immatricolazioni , unione europea


Top