Curiosità

pubblicato il 11 agosto 2016

Maybach, a Monterey passato e futuro si incontrano

All'asta una SW38 Roadster del '38 da 1 milione di euro e sul green di Pebble Beach una novità anticipata da un teaser

Maybach, a Monterey passato e futuro si incontrano
Galleria fotografica - Maybach SW38 Roadster 1938Galleria fotografica - Maybach SW38 Roadster 1938
  • Maybach SW38 Roadster 1938 - anteprima 1
  • Maybach SW38 Roadster 1938 - anteprima 2
  • Maybach SW38 Roadster 1938 - anteprima 3
  • Maybach SW38 Roadster 1938 - anteprima 4
  • Maybach SW38 Roadster 1938 - anteprima 5
  • Maybach SW38 Roadster 1938 - anteprima 6

La Car Week di Monterey si conferma un appuntamento sempre più importante per gli appassionati d'auto. Quest'anno Sotheby's batterà all'asta dei veri gioielli a quattro ruote, come la Avions Voisin e l'Alfa Romeo 8C 2900B Lungo Spider. Insieme a queste ci sarà la Maybach SW38Roadster del 1938, una delle ultime auto prodotte dalla casa tedesca prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Monterey però non significa solo classe d'altri tempi: durante il concorso di eleganza di Pebble Beach, che si tiene proprio l'ultimo giorno della Car Week, sempre più Case approfittano dell'esclusiva vetrina per presentare le loro concept car. Anche in questo caso tra le protagoniste ci potrebbe essere Maybach: Mercedes-Benz ha rilasciato sui suoi social un teaser di una nuova coupé di lusso.

L'ultima Roadster prima della Guerra

Nata inizialmente come casa produttrice di motori per dirigibili, prima del Secondo Conflitto Mondiale ha iniziato a realizzare motori e carrozzerie di auto di lusso, ma ha dovuto interrompere con lo scoppio della Guerra per concentrarsi sulla produzione di mezzi bellici. La Maybach SW38 Roadster è stata realizzata proprio l'anno prima del conflitto, nel 1938. Dotata di un “piccolo” 3.8 litri (piccolo rispetto al 5.0 della Mercedes-Benz 540K), poteva però vantare ben 140 CV contro i 115 della diretta concorrente. Gli interni, in ottime condizioni, presentano una pelle rossa per i sedili, il volante e i rivestimenti interni delle portiere. La plancia, in legno, è arricchita al centro da tre grandi indicatori circolari. Sul cofano troneggia infine la “doppia M”, fregio storico di Maybach. Il valore stimato è compreso tra 1,2 e 1,6 milioni di dollari (ovvero tra 1 e 1,5 milioni di euro circa al cambio attuale).

Un teaser che anticipa il futuro del marchio

La storia recente di Maybach non è meno complicata: nel 2002 Mercedes, che nel frattempo ne è diventata proprietaria, ha lanciato una berlina di lusso (offerta in due versioni, 57 e 62) che aveva nel mirino Bentley e Rolls-Royce. Le cose però non sono andate bene, la produzione è terminata nel 2012 e adesso il marchio Maybach viene usato sulle Classe S più prestigiose. Però forse qualcosa sta cambiando: poco si sa sulla nuova concept, che dovrebbe essere svelata nei prossimi giorni, ma Mercedes ha fatto sapere che la vettura sarà lunga quasi sei metri e che incarnerà "il lusso all'ennesima potenza". Ciò che si intuisce dal teaser è che la vettura ha un cofano motore lunghissimo, un posteriore spiovente e filante e una linea di cintura alta che curva verso la coda. Per saperne di più vi diamo appuntamento alla prossima settimana e, dopo Pebble Beach, chissà se la vedremo anche in Europa al Salone di Parigi 2016.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Maybach , auto europee , dall'estero , mostre , Pebble Beach


Vai allo speciale
  • Ssangyong al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 4
  • Mitsubishi al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 45
  • Volkswagen al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 18
  • Fiat al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 71
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top